Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Lancini: "Rimuovo i simboli solo se me lo dice Bossi".

Adro: la scuola "leghista" pagata con i soldi pubblici


Adro: la scuola 'leghista' pagata con i soldi pubblici
20/09/2010, 10:09

ADRO (BRESCIA) - Si complica la vertenza riguardante la scuola Gianfranco Miglio di Adro, che è tappezzata ovunque con oltre 700 simboli leghisti del "Sole nelle Alpi". C'è il documento della sezione del Pd di Adro che smentisce quanto dichiarato finora, che la scuola sia stata finanziata con soldi privati. Infatti i soldi usati provendono dalla cessione a privati della zona delle vecchie scuole pubbliche del Comune, oltre ad un mutuo di quasi un milione e mezzo. di euro. Come si può leggere, poi c'è un importante dato: se la Lega Nord ad Adeo alle ultime elezioni ha preso 1650 voti su 5450 aventi diritto, vuol dire che non è un paese leghista, ma solo che sono i leghisti i più esagitati che intimoriscono chi, per quieto vivere non si oppone.
Intanto il sindaco Oscar Lancini insiste con la sua crociata, arrivanmdo a dare uno schiaffo morale al Ministro della Pubblica Istruzione Maria Stella Gelmini. La quale aveva ordinato che dalla scuola venissero tolti i simboli. Ma Lancini rilancia: "Se me lo dice Bossi, rimuovo i simboli non domani, ma ieri. Se li tolgo dalla scuola, però, farò lo stesso con gli edifici pubblici su cui è presente da secoli. Sono sorpreso di quello che ho letto sui giornali. Io ho ricevuto comunque i complimenti dei vertici leghisti". E la lettera inviata dalla Gelmini in cui si dava l'ordine di cancellare i simboli leghisti? Nessuna lettera, assicura il sindaco di Adro: "Non mi è arrivato niente. Non ho letto nulla se non quello che c'è sui giornali. È da ieri che si dice che il ministro ha scritto al sindaco, è scritto su tutti i giornali ma, ad oggi, la verità è che io non ho in mano nessuna lettera"

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©