Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Alla base dell’incidente vi sarebbe il ghiaccio

Aereo russo precipita in Siberia: 31 vittime

Il velivolo si è spezzato in due dopo lo schianto

Aereo russo precipita in Siberia: 31 vittime
02/04/2012, 20:04

MOSCA - Quasi sicuramente vi sarebbe un problema legato al ghiaccio alla base dell’incidente aereo di questa mattina in Siberia. A precipitare è stato un Atr-72 russo con a bordo circa 43 persone, tra passeggeri e membri dell’equipaggio, la maggior parte delle quali sono morte. Il bilancio, infatti, è assai spaventoso: sono 32 le persone morte, mentre altre 11 sono sopravvissute, ma le loro condizioni sono gravi in alcuni casi, gravissime in altri. Si pensa che sia stato il ghiaccio a provocare l’incidente, ma ulteriori analisi permetteranno di fare chiarezza sull’accaduto: infatti le scatole nere sono già state ritrovate e presto saranno analizzate.
L’aereo, un bimotore turboelica della compagnia russa “Utair”, era diretto verso la città petrolifera di Surgut. I contatti con la torre di controllo sono stati persi tre minuti dopo il decollo. Il velivolo si è schiantato in un campo innevato, spezzandosi in due. Nel suo sito, “Utair” sostiene che l’Atr-72 ha tentato un atterraggio di emergenza.
La tragedia di oggi allunga la lista degli incidenti aerei in Russia: nel 2011 ne sono stati registrati sei per un totale di 97 vittime (sui 28 verificatisi nel mondo, con un bilancio complessivo di 507 morti). L’ultimo disastro risale al settembre scorso, quando uno Yak-42 è precipitato in fase di decollo vicino a Yaroslavl, causando la morte di 44 persone, tra cui i giocatori della blasonata squadra di hockey su ghiaccio.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©