Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

L'ex presidente della Margherita ascoltato ieri sera

Affare Lusi, Rutelli in Procura: "Nessuna spartizione"


Affare Lusi, Rutelli in Procura: 'Nessuna spartizione'
03/04/2012, 12:04

ROMA - In Procura, ieri sera è stato il turno dell'ex presidente della Margherita Francesco Rutelli. L'audizione era prevista per questo pomeriggio, ma è stata anticipata. Rutelli è stato sentito ieri sera in gran segreto dai pm che indagano sull'appropriazione di almeno 18-20 milioni di euro da parte dell'ex tesoriere del partito Luigi Lusi.
Francesco Rutelli - si legge in un comunicato dell’ufficio stampa della Margherita  - ha fornito un ampio quadro di informazioni, riassunte in tre pagine di verbale. Ha definito "ridicolo e provocatorio che l’ex tesoriere tenti di presentare come investimenti a beneficio del partito l’acquisto di beni per proprio esclusivo tornaconto personale, effettuati fuori di ogni mandato, a totale insaputa dell’intero gruppo dirigente della Margherita, e con modalità accuratamente nascoste rispetto alla contabilità ufficiale".  Rutelli si difende dalle pesanti accuse lanciate da Lusi a tutta la dirigenza del partito, e ha consegnato ai pm la copia della bozza di bilancio analitico decennale del partito e in particolare l’aggregato delle spese, secondo i maggiori capitoli, per l’ultimo quinquennio, quello sotto indagine da parte degli inquirenti. 
Oltre a Rutelli sono previste le audizioni di Enzo Bianco e Gianpiero Bocci i quali, per anni, hanno lavorato a stretto contatto con Lusi e che respingono con fermezza, insieme a Rutelli, qualsiasi ipotesi "spartitoria" all'interno del partito. Gli ex vertici della Margherita, come precisato nei giorni scorsi dal legale dell'associazione, Titta Madia, hanno concordato di essere sentiti sugli aspetti organizzativi ed amministrativi del partito.

Commenta Stampa
di G.B.
Riproduzione riservata ©