Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Da domani l’offensiva di primavera contro gli “stranieri”

Afghanistan, la minaccia talebana: “Operazione Badar”


Afghanistan, la minaccia talebana: “Operazione Badar”
30/04/2011, 11:04

KABUL - I talebani hanno annunciato formalmente l’avvio, a partire da domani 1 maggio, di una campagna militare di primavera denominata “Badar”, che si ispira alla prima vittoriosa battaglia dei difensori dell’Islam contro “le forze del male”. In un comunicato firmato dal Consiglio direttivo dell’Emirato islamico dell’Afghanistan, gli insorti precisano che l’offensiva sarà diretta contro gli Americani invasori ed i loro alleati stranieri e sostenitori interni.
Il documento, strutturato in nove punti, indica anche che, come in passato, “l’Operazione Badar si concentrerà su attacchi contro i centri militari, i luoghi di riunione, le basi aeree, i convogli di trasporto logistico di armi e munizioni degli invasori stranieri in ogni parte del paese”. La leadership talebana sottolinea poi che l’obiettivo principale degli attacchi dei mujaheddin restano le forze degli invasori, i membri delle reti di spionaggio, alti responsabili dell’amministrazione fantoccio di Kabul, sia militari che civili, membri del governo, del Parlamento, responsabili di compagnie straniere e locali che lavorano con il nemico, e i contractor. Inoltre il Consiglio presieduto dal mullah Omar annuncia che dato il loro atteggiamento conciliante nei confronti degli invasori, anche i membri dell’Alto Consiglio per la Pace (istituito lo scorso anno) possono essere oggetto degli attacchi militari. Detto questo, i responsabili talebani raccomandano “di porre la massima attenzione alla protezione e sicurezza dei civili durante lo sviluppo di tattiche militari che in questo ambito devono essere meticolose”.

Commenta Stampa
di AnFo
Riproduzione riservata ©