Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ha incontrato anche la piccola Imma

Afragola: Sepe sul luogo del crollo


Afragola: Sepe sul luogo del crollo
21/08/2010, 15:08

NAPOLI - Visita ad Afragola oggi del cardinale Crescenzio Sepe che si e' recato a pregare sul luogo del crollo della palazzina di via Calvanese in cui, lo scorso 31 luglio, morirono tre persone e a portare il suo conforto ai sopravvissuti e alle famiglie di chi, invece, nella tragedia ha perso persone care. La prima a ricevere il saluto dell' Arcivescovo e' stata la piccola Imma unica sopravvissuta nel crollo dello stabile dove viveva con la nonna deceduta. Il presule si e' recato a casa dei genitori della bambina con cui, dal giorno in cui ha lasciato l'ospedale, e' tornata a vivere. A lei, il cardinale ha donato un angelo intagliato in legno affinche' sia ''il suo angelo custode'', mentre a Raffaele, il fratello gemello di Imma, ha fatto dono di un'immagine di San Gennaro che e' anche patrono di Afragola. Presenti all'incontro anche alcuni soccorritori tra cui Antonio Capone il vigile del fuoco che per primo si accorse della presenza sotto le macerie della piccola Imma ancora viva. Con la bambina e i suoi familiari, il cardinale ha anche discusso della preparazione di Imma alla Prima Comunione in programma a settembre nella chiesa di San Giorgio guidata da don Massimo Vellutino che oggi ha accompagnato il presule. ''Viviamo - ha detto Sepe, riferendosi non solo alle tragedie di Afragola e della Circumvesuviana, ma anche all'uccisione dell'edicolante di Casoria - in un momento difficile e delicato in cui tra la gente serpeggia profonda insicurezza e, dunque, e' obbligo morale di tutti creare le condizioni affinche' ci sia il rispetto della vita umana''. Il cardinale si e' poi recato sul luogo del crollo dove, insieme ai presenti ha pregato per gli scomparsi. Un messaggio di speranza e' stato portato anche ai genitori della giovane coppia di sposi che nel crollo ha perso la vita. ''Dovete essere forti - ha detto loro l'Arcivescovo -. So che avete tanta fede e questo vi aiutera'''.

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©