Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Afragola, Sorpresi a ricettare 50.000 scatolette di tonno in scatola: 1 arresto


Afragola, Sorpresi a ricettare 50.000 scatolette di tonno in scatola: 1 arresto
02/05/2011, 17:05

Sabato pomeriggio, gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza “Afragola”, hanno arrestato un 49enne napoletano per ricettazione aggravata e denunciato in stato di libertà una 37enne di Arzano e una 29enne di Casoria, per concorso nel medesimo reato.

La notte dello scorso primo aprile, degli ignoti, si erano introdotti nello stabilimento della Ditta “Mare Nostro” s.r.l. situato la zona industriale di Vibo Valentia ed avevano trafugato un ingente quantitativo di tonno in scatola già confezionato. Si era trattato di un furto di 50.000 scatolette metalliche e vasetti di vetro in varie dimensioni suddivisi in 180 pedane di merce imballata per un valore complessivo di circa 1.000.000 euro.

Il furto era stato commesso da persone esperte e ben attrezzate. Gli autori avevano infatti preventivamente manomesso i sistema di video sorveglianza e la merce era stata trasportata con idonei e capienti mezzi di trasporto.

Sabato mattina, un rappresentante dell’azienda derubata, quasi per caso ha riconosciuto alcune delle scatolette della sua ditta in un supermercato di Casoria ubicato sulla Circumvallazione Esterna. Si trattava di ben 5.251 confezioni di tonno ancora imballate e messe in bella mostra su due pedane vicino alle casse. Il prezzo di vendita era inferiore a quello offerto dallo stesso produttore.

Il rappresentante ha quindi immediatamente avvisato la Polizia di Vibo Valentia che a sua volta ha informato l’Ufficio territorialmente competente: il Commissariato di Afragola. I poliziotti si sono pertanto recati sul posto ed hanno sorpreso due donne intente a vendere le confezioni sospette. Essendo sprovviste di qualsivoglia documento in grado di dimostrare la provenienza lecita della merce, quali fattura o bolla di accompagnamento, le due, risultate poi anche sorelle, hanno dovuto ammettere la provenienza illecita della merce.

Una breve indagine ha portato i poliziotti ad identificare e rintracciare colui che aveva fornito il supermercato di Casoria: Francesco Granata. L’uomo è risultato essere amministratore e socio di una Ditta di Tavernola (Ce) dove i poliziotti in seguito ad una perquisizione hanno rinvenuto, ben occultate dietro altra merce, tre pedane di Tonno Mare Nostro, per un totale di 13.206 confezioni. Il tonno molto probabilmente era pronto per essere venduto ad un altro dettagliante.

Essendo l’unico socio presente e non avendo saputo giustificare la presenza di quella merce, l'uomo è stato quindi arrestato per ricettazione aggravata e condotto presso il Carcere di Santa Maria Capua Vetere in attesa del giudizio con rito direttissimo. Al momento, gli investigatori stanno valutando la posizione degli altri soci della Ditta di Tavernola. Tutta la merce recuperata è stata restituita al legittimo titolare.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©