Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Afragola, uccide il cognato per eredità contesa: fermato dai carabinieri


Afragola, uccide il cognato per eredità contesa: fermato dai carabinieri
07/05/2012, 16:05

A Casoria i carabinieri del nucleo investigativo di castello di cisterna insieme a colleghi della locale compagnia hanno arrestato un 50enne, del luogo, incensurato, destinatario di decreto di fermo emesso per omicidio e porto illegale in luogo pubblico d’arma comune da sparo. Nel corso delle indagini iniziate dai militari dell’arma subito dopo il fatto di sangue, l’uomo è risultato gravemente indiziato dell’omicidio perpetrato la mattina del 6 maggio in via regina margherita di afragola, all’angolo con il corso meridionale, al culmine di una lite per motivi di natura economica. Il 50enne avrebbe sparato 5 colpi di pistola calibro 38 contro il cognato 50enne, di afragola, incensurato, uccidendolo mentre era seduto al posto di guida della sua auto. La lite con il cognato, l’ennesima, era scoppiata per la destinazione di un immobile ricevuto in eredità dalla moglie della vittima. I militari dell’arma hanno perquisito la sua abitazione trovando una pistola a tamburo calibro 38 regolarmente detenuta con 5 cartucce esplose, verosimilmente utilizzata per l'omicidio. L’arma è stata sequestrata e sarà sottoposta ad accertamenti tecnico balistici. Il fermato è stato associato al carcere di poggioreale.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©