Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Agenzie di debito: Adiconsum scrive e chiede al Ministro Interni di regolamentarle


Agenzie di debito: Adiconsum scrive e chiede al Ministro Interni di regolamentarle
21/05/2012, 16:05

La crisi finanziaria e la diminuzione del reddito hanno aumentato le difficoltà finanziarie delle famiglie italiane che non riescono più a rimborsare i propri deb iti fino a cadere nel sovraindebitamento e nell’usura o a ricorrere a gesti estremi. Gli interventi sin qui adottati sono stati del tutto marginali per le famiglie, esiste infatti solo un disegno di legge non ancora discusso in Parlamento.Una soluzione utile al superamento del sovraindebitamento familiare, se bene  articolata, poteva essere quella delle debt agency, strutture destinate ad aiutare le famiglie in difficoltà attraverso la gestione del debito. Purtroppo in Italia, come in altri Paesi, invece di adottare sistemi solidaristici e la ristrutturazione del debito – dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum - si sono create società alla ricerca solo del “profitto ad ogni costo”. Adiconsum non condivide tale modello di debt agency, visto che prevede, di norma, il pagamento di una “fee” iniziale a fondo perduto da parte del consumatore a prescindere dall’attività che sarà svolta, nessuna analisi preventiva della situazione e il ricorso a più consulenti (finanziario, fiscale, legale, ecc.), ognuno dei quali dovrà essere pagato, anche a fronte di risultati parziali e/o non risolutivi. Per questi motivi – prosegue Giordano - Adiconsum si è rivolta direttamente al Ministro degli Interni chiedendo la regolamentazione delle debt agency.

Ecco, secondo Adiconsum, quali dovrebbero essere le regole per una corretta attività delle Agenzie di debito:

• devono sottostare a specifici obblighi di legge in tema di onorabilità e professionalità
• devono essere iscritte in albi/elenchi ad hoc
• devono essere sottoposte a vigilanza e sanzioni
• devono avere onorari predeterminabili e predeterminati.

In attesa della normativa, Adiconsum, come fa dal 1998, continuerà ad aiutare realmente e senza alcun costo i consumatori sovraindebitati attraverso il Fondo di prevenzione usura, che gestisce per conto del Ministero dell’Economia e delle Finanze (www.adiconsum.it)

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©