Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Il militare ferito da un piede di porco

Aggrediscono carabiniere: albanese ucciso da colpo accidentale

Tre malviventi non si fermano all'alt. Poi lo scontro

.

Aggrediscono carabiniere: albanese ucciso da colpo accidentale
03/10/2011, 14:10

CAIVANO - Tragico risvolto ad un posto di blocco in località Pascarola di Caivano. Quattro albanesi a bordo di una Volkswagen Passat sono stati fermati da due carabinieri della compagnia di Casoria durante un servizio di perlustrazione per il controllo del territorio, predisposto per la prevenzione di furti e rapine in abitazione e di autovetture. Vistisi intimare l’alt, i quattro stranieri si sono dati alla fuga abbandonando l’autovettura. Mentre uno veniva raggiunto ed arrestato nelle campagne circostanti, tre di loro finivano per ritrovarsi in un vicolo cieco, chiusi dall’arrivo di uno dei due carabinieri. Messi alle strette, i fuggitivi hanno impugnato piedi di poco e mazze da baseball per intimidire il militare, a sua volta armato di pistola d’ordinanza. Causa l’aggressione di uno dei tre, che ha colpito il carabiniere con il piede di porco all’avambraccio destro, è partito un colpo di pistola fortuito che ha freddato uno dei malfattori. L’uomo, che cercava di fuggire scavalcando un cancello, è morto all’interno di un parco privato. Un altro complice, nell’azione, è stato arrestato mentre il terzo, quello autore dell’aggressione, è riuscito a far perdere le proprie tracce. Il carabiniere aggredito è stato trasportato in ospedale, dove gli sono state riscontrate varie contusioni e un grosso ematoma all’avambraccio destro guaribili in 20 giorni. Sottoposti a perquisizione, i malviventi sono stati trovati anche in possesso di una paletta da segnalazione dell’ufficio tecnico di un comune della provincia di Avellino, di passamontagna, guanti e di 1.000 euro in denaro contante, dei quali non hanno saputo o potuto giustificare la provenienza. Durante successivi controlli i carabinieri hanno accertato che la Passat era stata rubata un mese fa in provincia di Avellino.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©