Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

AGGRESSIONE A VERONA: OMICIDIO PRETERINTENZIONALE, DUE FUGGITI IN INGHILTERRA


AGGRESSIONE A VERONA: OMICIDIO PRETERINTENZIONALE, DUE FUGGITI IN INGHILTERRA
05/05/2008, 22:05

Omicidio preterinzionale. E' al momento l'ipotesi di reato per i cinque ragazzi di Verona, gli aggressori di Nicola Tommasoli, morto oggi dopo giorni di coma.

Mentre tre giovani hanno confessato, e ora si trovano in carcere, due mancano all'appello. Sono "Peri" e "Tarabuio", questi i soprannomi, forse fuggiti oltre confine.

Sarebbero passati per l'Austria con l'auto della madre di uno di essi, e per la polizia forse sono già giunti in Inghilterra. Il loro ritorno, dicono gli investigatori, potrebbe essere questione di ore.

Il sindaco di Verona ha lanciato un appello ai due, perché si consegnino alle forze dell'ordine. Rispondendo ad una domanda nel corso di "Chi l'ha visto", Flavio Tosi ha detto che dovrebbe essere la loro coscienza "a imporgli questo gesto".

Il primo cittadino ha giudicato "enorme quello che hanno fatto". Nel corso della trasmissione è stato indicato che i due sarebbero fuggiti a Londra e che nelle prossime ore potrebbero rientrare in Italia.

Il caso di Verona è stato affrontato anche da Gianfranco Fini a "Porta a Porta".

Mentre pare escludersi l'ipotesi di un'aggressione di tipo politico-razziale. I cinque partecipavano a raduni dell'estrema destra veneta. Ma sarebbero solo dei simpatizzanti. L'aggressione del primo maggio è scaturita, pare, davvero da futili motivi.

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©