Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il 23enne era in rianimazione dal 21 marzo scorso

Aggressione di Pescara: giovane universitario esce dal coma


Aggressione di Pescara: giovane universitario esce dal coma
01/04/2010, 20:04

PESCARA - E' uscito dal coma farmacologico dopo 10 giorni il 23enne della provincia di Foggia aggredito nella notte del 21 marzo scorso nel centro storico di Pescara.
Il giovane studente, dopo essersi svegliato, ha anche parlato con parenti e medici.
Per l'episodio, è finito in manette un coetaneo, di origine nomade, accusato di tentato omicidio. Si tratta di Claudio Spinelli, volto già noto alle forze dell'ordine per precedenti per rissa, furto, rapina, truffa, spaccio di droga, ricettazione e danneggiamento.
Spinelli aveva pestato a sangue il giovane foggiano, lasciandolo poi a terra con la testa sanguinante e in fin di vita.
La polizia lo aveva identificato esaminando il filmato di una telecamera esterna ad un pub, che aveva registrato l'aggressione davanti al locale, avvenuta mentre tanti giovani continuavano a bere e a parlare. Nel corso dell'interrogatorio, il giovane rom aveva poi dichiarato di aver agito sotto l'effetto di droga e alcol.
Lo studente, ricoverato da dieci giorni nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Pescara dove era stato sottoposto, nei giorni scorsi, a un delicato intervento chirurgico, da ieri aveva iniziato a dare segnali di ripresa.
Il cugino, che gli è stato sempre accanto in questi giorni di coma, ha fatto sapere che il ragazzo sta bene e ha chiesto di vedere amici e parenti

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©