Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Poche ore prima assassinato un uomo del clan Lo Russo

Agguato a Napoli: è il primo omicidio del 2011

Giovanni Conte ucciso a Ponticelli, si indaga sulla matrice

.

Agguato a Napoli: è il primo omicidio del 2011
03/01/2011, 13:01

NAPOLI - Dinamica e modalità farebbero pensare alla matrice camorristica, anche se gli investigatori sono ancora al lavoro per ricostruire lo scenario. Si indaga febbrilmente sulla morte di Giovanni Conte, 41 anni, pregiudicato, ucciso intorno alle 23.30 del 2 gennaio 2011 nel quartiere napoletano di Ponticelli. L'uomo si trovava in via Palermo quando è stato raggiunto dal killer. Era a piedi, poco distante dalla sua abitazione. Il sicario gli ha sparato contro diversi colpi di pistola calibro 9x21, ferendolo mortalmente alla schiena ed alle gambe. Conte è deceduto subito. Sul posto la polizia scientifica, durante i sopralluoghi, ha rinvenuto alcuni bossoli. I medici giunti successivamente sul posto hanno solo potuto constatare il decesso del 41enne. In via Palermo anche alcune volanti della Questura, che si sono occupate delle indagini iniziali. Le modalità dell'agguato fanno pensare ad una pista camorristica, anche se, al momento, non viene esclusa nessuna ipotesi; Conte infatti risulta pregiudicato per reati di poco conto, e non sarebbe in organico a nessun clan camorristico.
Al vaglio degli inquirenti, anche la possibilità che questo assassinio possa essere collegato a quello di Patrizio Palumbo, ultimo omicidio firmato camorra del 2010, avvenuto nella zona di Miano, sempre nei pressi dell'abitazione della vittima. Palumbo, 51 anni, era in auto con i due figli, rimasti illesi, quando il commando si è avvicinato ed ha aperto il fuoco. L'uomo era considerato vicino al clan Lo Russo.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©