Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Il 53enne ucciso poco prima delle 16 di oggi

Agguato a Napoli, Bacioterracino freddato nel bar della Sanità


Agguato a Napoli, Bacioterracino freddato nel bar della Sanità
11/05/2009, 19:05

Ammazzato in pieno giorno, davanti a tutti. Un altro agguato di camorra, questa volta nel popoloso quartiere della Sanità. Mariano Bacioterracino, personaggio già noto alle forze dell’ordine, è stato ucciso poco prima delle 16 di oggi mentre era in un bar di via Vergini. Discordanti le versioni sulla dinamica dell’omicidio. Inizialmente si è parlato di un killer solitario, che avrebbe raggiunto la vittima a piedi e lo avrebbe colpito sparando un proiettile solo, mirando alla testa. Successivamente, si è fatta strada l’ipotesi del commando di sicari arrivato a bordo di una motocicletta che avrebbe esploso molti colpi.

Mariano Bacioterracino, colpito mortalmente, è spirato prima del suo arrivo in ospedale. Dei responsabili, come accade in questi casi, nessuna traccia. L’uomo, 53 anni, è sospettato di essere uno dei componenti di una delle storiche bande del buco specializzate nelle rapine in banca; l’omicidio potrebbe inquadrarsi nell’ottica del regolamento di conti tra bande legato a questioni di denaro. Altra ipotesi, quella che vede invece coinvolta la malavita organizzata. Da tempo infatti è in corso nel quartiere della Sanità una sanguinosa faida per il controllo della zona.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©