Cronaca / Nera

Commenta Stampa

L'uomo era affiliato al clan Abate, indagano i carabinieri

Agguato a San Giorgio a Cremano: ucciso 54enne


Agguato a San Giorgio a Cremano: ucciso 54enne
08/01/2012, 20:01

SAN GIORGIO A CREMANO (NAPOLI) - Precedenti di polizia e modalità con le quali è stato portato a termine il raid farebbero pensare ad un agguato di camorra. Al momento, però, sono ancora da accertare le circostanze che poco prima delle 18 a San Giorgio a Cremano, grosso centro dell' area vesuviana, hanno portato all’uccisione di un uomo che secondo gli inquirenti sarebbe da ritenere vicino al clan della zona. L' omicidio è avvenuto nei pressi della stazione della Circumvesuviana. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Torre del Greco. L'uomo, Mario Leone, di 54 anni, era un pregiudicato. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, Leone sarebbe stato raggiunto da sicari, forse a bordo di un motociclo, mentre era a piedi. Contro il pregiudicato sono stati esplosi una decina di colpi di arma da fuoco, che lo hanno raggiunto all'addome ed in varie altre parti del corpo. Leone è morto prima del trasporto in ospedale. Il pregiudicato, che era sottoposto a sorveglianza speciale di Ps - secondo le prime indicazioni - sarebbe stato legato ad un clan camorristico della zona.
Mario Leone - secondo gli investigatori - era affiliato al clan Abate, egemone a San Giorgio a Cremano, grosso centro dell' area vesuviana, e dedito alle estorsioni. Il pregiudicato abitava in via Sant' Anna, non lontano dalla stazione della Circumvesuviana dove è stato ucciso. I sicari - secondo alcune testimonianze - sono giunti a bordo di un motociclo ed indossavano caschi integrali. Il pregiudicato è stato colpito a distanza ravvicinata alla testa ed al torace. I carabinieri hanno trovato una decina di bossoli a terra.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©