Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Riesplode la faida per il controllo della droga

Agguato a Secondigliano, ucciso uomo degli Scissionisti


.

Agguato a Secondigliano, ucciso uomo degli Scissionisti
10/05/2013, 13:20

NAPOLI - Si torna a morire nell'ara a nord di Napoli, tornano in azione i killer della camorra in quella che è già stata definita come la più sanguinosa delle faide per il controllo del traffico della droga. Un ennesima esecuzione a Secondigliano, dove un 39 enne, Carlo Alberto Cipolletta, 39 anni, è stato crivellato di colpi mentre stava percorrendo a piedi via Montenero. L'uomo è stato raggiunto da decine di proiettili, un intero caricatore, segno che i killer volevano essere sicuri che morisse. L'uomo, un pregiudicato di Mugnano, era legato al clan Abbinante, fazione degli Scissionisti che si oppone ai ‘girati’ della Vannella Grassi. Dalle investigazioni condotto dagli uomini dell’arma pare che l’uomo fosse egli stesso uno dei sicari del clan. L’omicidio di Cipolletta è, per adesso, l’ultimo atto della faida per la gestione del business milionario della cocaina nell’area di Scampia.

 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©