Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

AGGUATO AL FIGLIO DEL BOSS, BAMBINA IN COMA


AGGUATO AL FIGLIO DEL BOSS, BAMBINA IN COMA
24/03/2008, 18:03

E’ in coma farmacologico la bambina di cinque anni ferita alla testa a Crotone. Coma irreversibile, secondo quanto avrebbero valutato i medici. dunque poche speranze di vita. La bambina era stata ferita sabato sera in un agguato, nel quale è stato ucciso il padre, il 37enne Luca Megna. Ques’ultimo era figlio di Domenico, attualmente al 41 bis. Luca Megna era considerato il reggente dell’omonimo clan. Sua figlia ha un proiettile in testa, ed è giunta nell’ospedale di Catanzaro dove è stata sottoposta ad un primo intervento chirurgico. Subito dopo è stata ricoverata nel reparto di rianimazione. Per decidere se intervenire per rimuovere il proiettile, secondo quanto si è appreso negli ambienti sanitari, i medici attendono i prossimi giorni quando interromperanno il coma farmacologico e valuteranno le reazioni della bambina. Sul fronte delle indagini si sa che almeno quattro persone avrebbero partecipato all’agguato. Qui sono stati sparati colpi di pistola di tre diverso calibro.

Colpi sparati in modo “incrociato”, considerata la diversa angolazione dei fori di proiettili trovati sulla Fiat Panda a bordo della quale viaggiava Luca Megna, la moglie e la figlia. Durante l’assalto Megna ha provato con la sua automobile ad investire uno dei killer il quale, per evitare l'impatto con il mezzo, ha perso una pistola 357 Magnum che sarà ora sottoposta ad accertamenti balistici. Le indagini, sulle quali vige il massimo riserbo, sono state affidate alla squadra Mobile della Questura di Crotone e sono coordinate dai magistrati della Dda di Catanzaro.
 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©