Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Si ipotizza un attentato di tipo mafioso

Agrigento: bambino di 5 anni colpito da una fucilata, è in coma

Hanno sparato con un fucile a pallettoni da vicino

Agrigento: bambino di 5 anni colpito da una fucilata, è in coma
31/01/2011, 09:01

SANT'ELISABETTA (AGRIGENTO) - Un agguato, forse di stampo mafioso, rischia di costare la vita ad un bambino di 5 anni, colpito alla testa da un pallino di piombo.
I fatti sono accaduti ieri sera, vicino a Sant'Elisabetta, paese dell'entroterra agrigentino. Le macchine erano incolonnate sulla statale. Quando, ad un certo punto un'auto è riuscita a passare tra le altre in fila e ha affiancato una Seat Ibiza, a bordo della quale c'erano Carmelo Marotta, 30 anni, e i nipoti Vincenzo di 16 anni e Salvatore di 5, che stavano ritornando dopo una gita in campagna. All'improvviso dalla macchina escono le canne di un fucile da caccia che spara contro l'auto del Marotta. I pallini di piombo rompono i vetri, lasciando illeso Vincenzo e ferendo lievemente Carmelo. Ma chi ha avuto la peggio è stato Salvatore: un pallino l'ha colpito alla testa, facendolo cadere in una pozza di sangue. Immediata la corsa in ospedale, dove il bambino viene tenuto in coma farmacologico, ma le sue condizioni sono gravi.
Sono partite le indagini per appurare chi sia stato a sparare. Per ora la pista preferita è quella dell'agguato mafioso, dato che Carmelo Marotta è imparentato con Salvatore Fragane, boss della mafia condannato all'ergastolo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©