Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Agropoli, al via i lavori per la sopraelevazione della Palazzina polifunzionale del porto turistico


Agropoli, al via i lavori per la sopraelevazione della Palazzina polifunzionale del porto turistico
09/10/2010, 13:10


AGROPOLI (Sa) - Partiti i lavori di ampliamento della palazzina polifunzionale a servizio del porto turistico. Prosegue incessante l’avvio di interventi sul territorio comunale da parte dell’amministrazione guidata dal sindaco Franco Alfieri per realizzare opere in grado di rilanciare lo sviluppo della città. Alla presenza del primo cittadino, dell'assessore al mare Raffaele Carbone e dell'assessore Crispino, del presidente del consiglio Agostino Abate e di consiglieri comunali, e del Comandante della Guardia Costiera di Agropoli, Vincenzo Zagarola, si è tenuta questa mattina la cerimonia di inizio lavori che, permetteranno, nello specifico, di ampliare ed ottenere nuovi spazi – da destinare ai servizi portuali - attraverso una sopraelevazione della palazzina polifunzionale che attualmente ospita alcuni uffici della Capitaneria di Porto, del settore demanio e porto del Comune di Agropoli, e locali adibiti ad infopoint nel corso della stagione estiva. «I lavori per la sopraelevazione – commenta il sindaco Franco Alfieri - rappresentano un primo impegno dell’amministrazione comunale per migliorare i servizi portuali e sono inseriti in una più ampia e complessiva programmazione di potenziamento dell’area portuale. Oggi, infatti, il porto di Agropoli, sebbene sia il più grande della costa a sud di Salerno ed abbia grandi potenzialità, è ancora carente sia in termini infrastrutturali sia di servizi ai diportisti. Crediamo fortemente nel porto quale motore di sviluppo economico del territorio e per questo siamo già al lavoro per progetti di riqualificazione». Intanto, proprio per discutere di progetti legati al futuro del porto turistico, il consigliere comunale Gianluigi Giuliano, in qualità di presidente, ha convocato per mercoledì 13 ottobre la commissione consiliare di studio “Problematiche, risorse e gestione dell’intera area portuale”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©