Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tre milioni dalla Regione per interventi sulla rete

Agropoli, via l’amianto dall’acquedotto


Agropoli, via l’amianto dall’acquedotto
08/01/2010, 10:01


AGROPOLI (SA) - Addio alle condotte idriche in amianto risalenti agli anni ’30. La Regione Campania, con deliberazione n. 1953 del 30 dicembre scorso, ha finanziato 3 milioni di euro per interventi strutturali e di adeguamento delle rete idrica cittadina per i quali il Comune di Agropoli ha predisposto e presentato uno progetto specifico.
A darne notizia è il sindaco di Agropoli Franco Alfieri. «Con il finanziamento da parte della Regione Campania – afferma il primo cittadino agropolese – potremo finalmente realizzare importanti lavori per il rifacimento e l’adeguamento della rete idrica che ad oggi presenta condotte in cemento amianto risalenti addirittura agli anni ’30. In questo modo, inoltre, porremo rimedio anche ai frequenti guasti causati dall’obsolescenza della condotta con interruzioni dell’erogazione dell’acqua ed evidenti disagi per i cittadini».
«E’ stata – spiega il sindaco Alfieri - riconosciuta dalla Regione, così come si evidenzia nella delibera, la necessità di interventi strutturali sulla rete idrica principale per gravi carenze riscontrate e per necessari adeguamenti e implementazioni nella distribuzione, ritenuti urgenti, indifferibili e tesi alla tutela della salute pubblica, ad assicurare il corretto funzionamento degli impianti e delle strutture fognarie e al recupero dell’affidabilità del sistema idrico».
«Si tratta non soltanto di un’opera pubblica – commenta l’assessore all’ambiente Antonio Pepe – ma di un intervento che ci permetterà di realizzare un progetto già in programma da tempo per la salvaguardia della salute dei cittadini. Il rifacimento della condotta idrica, a partire da quella in cemento amianto, ci consentirà di eliminare materiali obsoleti e notoriamente dannosi».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©