Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ai domiciliari i ragazzi che uccisero con i sassi dal cavalcavia


Ai domiciliari i ragazzi che uccisero con i sassi dal cavalcavia
16/04/2009, 17:04

Molti l'avranno dimenticato, ma ci fu un periodo in cui viaggiare sull'autostrada era particolarmente pericoloso, soprattutto di notte. Questo perchè c'erano degli idioti che dai cavalcavia lanciavano sassi sulle automobili che passavano; spesso solo per gioco. In uno di questi tragici giochi, il 26 dicembre 1996, un sasso colpì Maria Letizia Berdini, che stava sul sedile passeggero della automobile guidata dal marito, e morì sul colpo. Dopo alcune indagini, furono arrestati i responsabili: Alessandro, Paolo e Franco Furlan e un loro cugino, Paolo Bertocco. Dopo i tre gradi di giudizio sono stati condannati alla pena di 18 anni e 4 mesi. Ma tra indulto, bonus e premi vari, ormai sono arrivati a fine pena (sarà a luglio); e nel frattempo hanno ottenuto di scontare gli ultimi mesi nelle loro abitazioni a Tortona, in provincia di Alessandria. Ma non è il primo periodo in cui escono dal carcere: erano rimasti agli arresti domiciliari (che al fine del computo pena contano come i periodi di detenzione in carcere, ndr) anche dal 1997 al 2001.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©