Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Ai matrimoni si tradisce Il 27% conosce l’amante durante le nozze di un conoscente


Ai matrimoni si tradisce  Il 27% conosce l’amante durante le nozze di un conoscente
26/11/2012, 14:38

“Prometto di esserti fedele sempre nella salute e nella malattia” giurano i novelli sposi durante il rito nuziale. Eppure gli invitati al matrimonio non sembrano avere alcun motivo per abbracciare la promessa. Secondo un’indagine del portale Incontri-ExtraConiugali.com, infatti, ben il 27% dei fedifraghi consuma il tradimento durante il matrimonio di un amico o di un parente. I sostenitori della scappatella nel corso di uno sposalizio sono per il 57% uomini e per il 43% donne.

 Ben il 61% dichiara addirittura di aver conosciuto l’amante mentre il partner ufficiale era presente alla cerimonia. “Sembra che il rito nuziale susciti le fantasie dei fedifraghi. Per il suo carattere solenne e spesso sfarzoso spinge i coniugati stanchi della solita routine a cercare una scappatoia e a rompere uno schema così tradizionale con l’imprevedibilità della passione e del desiderio” spiega Alex Fantini, fondatore del portale Incontri-ExtraConiugali.com.

 Ma quali sono le figure che amano dedicarsi al tradimento durante lo sposalizio? Secondo gli esperti della scappatella, le più inclini all’adulterio in queste occasioni sono le damigelle, seguite dai testimoni dello sposo. Molto piccante è anche il tavolo degli amici dei partner e quello dei rispettivi cugini.

I parenti stretti come i fratelli e le sorelle degli sposi o i genitori sembrano essere i meno inclini alla scappatella. “I tradimenti non sono frenati tanto dalla partecipazione emotiva all’evento, quanto piuttosto dal timore di essere colti sul fatto da qualche membro della famiglia non proprio discreto” spiega lo staff del portale dedicato agli incontri per persone sposate o fidanzate.

 Tuttavia anche i protagonisti della cerimonia, gli sposi, non sono affatto esenti dall’attrazione per il proibito e per l’infedeltà. Il 4% degli intervistati dichiara, infatti, di aver consumato il primo tradimento durante il viaggio di nozze.

 Secondo gli esperti del sito dedicato alla scappatella, i neosposi tradiscono a breve distanza dal giorno del matrimonio per motivazioni diverse: gli uomini, un po’ spaventati dalle nuove responsabilità da mariti, desiderano sfruttare gli ultimi momenti di libertà, le donne, invece, cercano un po’ di evasione dopo lo stress dovuto all’organizzazione della cerimonia.

 Di solito gli uomini consumano la scappatella con un’altra vacanziera a caccia di flirt, mentre le donne sono attratte da animatori, istruttori e guide turistiche. “Non si deve pensare che un matrimonio che prevede un tradimento durante il viaggio di nozze non possa durare. Al contrario significa che gli sposi non sono legati a falsi moralismi, ma anzi sono perfettamente in grado di seguire passioni e desideri, senza farsi limitare dal rapporto con l’altro. Si evince così la capacità della coppia di saper mantenere l’ardore sempre accesso e non lasciarsi ingabbiare dalle convenzioni sociali e dalla routine” precisa Alex Fantini.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©