Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In Italia sono circa 800-900 i giovanissimi in terapia

Aids, crescono i casi di sieropositività tra i bambini


Aids, crescono i casi di sieropositività tra i bambini
20/07/2011, 18:07

ROMA - I bambini e gli adolescenti sieropositivi che in Italia stanno bene e fanno la terapia sono circa 800 - 900. Lo ha rivelato, nel corso del congresso IAS 2011 che si è chiuso oggi a Roma, Carlo Giaquinto del dipartimento di pediatria dell'Università di Padova e coordinatore della rete pediatrica europea per la cura dell'Aids. L'esperto però non nasconde la dura lotta che questi devono affrontare contro gli effetti avversi dei farmaci antiretrovirali. I dati annunciati, secondo Giaquinto, sono destinati a crescere a causa dell'arrivo dei bambini che sono stati contagiati nel loro paese d'origine. Nella maggior parte dei casi, inoltre, i genitori non sono consapevoli delle condizioni di salute dei loro figli. L'esperto afferma anche che "il numero delle donne ad alto rischio di trasmissione verticale resta rilevante e inaccettabile qui da noi: ci sono circa 500-600 gravidanze l'anno di donne sieropositive, quindi a rischio di trasmettere la malattia al nascituro. I rimedi preventivi ci sono ma purtroppo - osserva - anche da noi molte donne 'sfuggono' alla prevenzione perché spesso scoprono solo al parto di essere sieropositive, quindi non hanno fatto la terapia antiretrovirale in gravidanza, o perché non si riesce a incanalarle nel percorso preventivo durante il periodo dell'allattamento".

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©