Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

AL VIA A NAPOLI L’XI EDIZIONE DELLA BIENNALE DEL MARE


AL VIA A NAPOLI L’XI EDIZIONE DELLA BIENNALE DEL MARE
05/11/2008, 16:11

E’ stata inaugurata questa mattina, presso la Stazione Marittima di Napoli, l’XI edizione della Biennale internazionale del Mare, dedicata all’approfondimento, attraverso incontri, convegni, seminari, mostre in calendario fino al 10 novembre, delle politiche di valorizzazione della risorsa marina, di estrema importanza per la città partenopea per un molteplicità di aspetti: dalla pesca al turismo, dai traffici mercantili all’alimentazione, fino all’arte e al folklore. “Il mare è una delle più belle ricchezze della natura ed è la fonte primaria di comunicazione tra i popoli”: così il sindaco Rosa Russo Iervolino ha esordito in apertura della conferenza stampa. “La città – ha proseguito - significa lo sviluppo del porto, l’arrivo di turisti, la messa a disposizione di uno scalo commerciale.” Il primo cittadino ha speso alcune parole di commento anche in merito al neoeletto presidente USA Barack Obama, esprimendo soddisfazione per il prospettarsi di un futuro di solidarietà: "La  vittoria di Barak Obama - ha detto - costituisce un avvenimento davvero eccezionale, capace di influire positivamente, in tutto il pianeta, nel cammino verso il riconoscimento della piena dignità di ogni essere umano indipendentemente dal colore della sua pelle, nonché della solidarietà e della pace". "Al nuovo Presidente e a tutti i cittadini americani l'augurio più vivo di superare questo difficile momento di crisi economica. Appartengo - ha aggiunto la Iervolino - alla generazione che ha sostenuto le battaglie di Martin Luter King e ricorda come un momento fondamentale il suo discorso a Washington sotto la statua di Lincoln, la generazione che ha protestato e difeso Nelson Mandela". "La vittoria di Obama dimostra che le buone cause, sia pur lentamente, nella storia si fanno strada" - ha concluso. Alla conferenza era presente anche l’assessore regionale alle Attività Produttive, Andrea Cozzolino, il quale si è soffermato sulla necessità “di costruire rapporti con i paesi che si affacciano sul Mediterraneo: Marocco, Algeria, Tunisia e tutti gli altri paesi del mondo arabo, realtà con le quali la Campania e Napoli deve candidarsi ad avere politiche di amicizia e di accordi commerciali”. “Il mare – ha spiegato l’assessore – rappresenta la prima grande realtà produttiva per la città in termini di flussi di merci, di persone, di comunicazione”, e pertanto “Napoli deve candidarsi ad avere politiche di amicizia e di accordi commerciali perché può essere straordinaria occasione di crescita per le nostre imprese”. “La Biennale è ormai  una grande realtà che ha alle spalle 22 anni di esperienza ed è giusto che le istituzioni siano pienamente protagoniste dei prossimi appuntamenti” – ha poi aggiunto, rilanciando la proposta di trasformare la Biennale in una Fondazione perché, puntualizza,  “occorrerà un lavoro determinato nelle prossime settimane affinché questa proposta non cada ancora una volta nel vuoto". La Biennale rappresenta un trampolino di lancio alla riscoperta del mare come “bene economico, culturale e commercile” per la città: lo ha affermato nel corso dell’incontro di stamani  l’ammiraglio Raffaele Pallotta, presidente dell’evento, il quale ha anche evidenziato la particolare attenzione rivolta quest’anno ai giovani, affinché “possano conoscere le possibilità che il mare può offrire anche in termini di impiego e professionali”. Un particolare riconoscimento, attraverso il conferimento di un premio speciale da parte della Biennale, è andato alle produzioni Tv “Un posto al Sole” e “Capri”, per il loro contributo alla promozione della bellezza del mare del Golfo in tutta Italia.
 

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©