Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli. La fondazione Mediterraneo ospita la rassegna

Al via la tre giorni nel segno di pace e multiculturalità


.

Al via la tre giorni nel segno di pace e multiculturalità
15/10/2010, 14:10

NAPOLI - "Sostenere il dialogo attraverso la nonviolenza per passare dallo scontro alla riconciliazione nella regione euromediterranea". E' il tema delle tre giornate di seminario che si terranno a Napoli da oggi, 15 al 17 ottobre nel quadro delle attivita' promosse dalla Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture della Fondazione Mediterraneo, in preparazione del Forum universale delle Culture, previsto nel capoluogo partenopeo nel 2013.
L'incontro servira' ad approfondire la riflessione sul ruolo che pratiche ispirate al dialogo e alla nonviolenza possono giocare nella risoluzione dei conflitti, armati o sociali, etnici e politici.
L'iniziativa, promossa dalla Fondazione Mediterraneo e dall'Associazione Euro-Mediterranea Anna Lindh per il dialogo tra le culture, e' stata presentato oggi a Roma nella sede del Fnsi, da Michele Capasso (Fondazione Mediterraneo), Gianluca Solera (Fondazione Anna Lindh) e Paolo Beni (presidente nazionale dell'Arci).
A Napoli vi sara' la testimonianza diretta di sedici ex combattenti e attivisti nonviolenti provenienti da Israele, Territori palestinesi, Balcani, Irlanda del Nord, Gran Bretagna, Cipro e Turchia, oltre che di alcune organizzazioni italiane che lavorano in aree di crisi.
Il seminario, e' nato dalla cooperazione tra l'associazione Anna Lindh e Combatants for Peace, un movimento di ex soldati israeliani e palestinesi che, per il loro impegno, hanno ricevuto il Premio Euro-Med per il Dialogo 2009, e ha l'obiettivo di creare una rete di mutuo sostegno e di scambi in Europa e nel Mediterraneo, tra organizzazioni sociali ed ex-combattenti per la riconciliazione. 



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©