Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Un vero e proprio Miracolo di Natale a Fairbanks

Alaska, un cane cieco ritrova la strada di casa


Alaska, un cane cieco ritrova la strada di casa
26/12/2012, 14:11

Un vero e proprio Miracolo di Natale quanto successo a Fairbanks in Alaska, negli Stati Uniti, ,una storia da fil quello accaduto ad una cagneta di 8 anni, completamente cieca che si era persa in una tempesta di neve. La cagnetta ha vagato per una settimana a 40 gradi sotto lo zero, ma è riuscita grazie al suo fiuto a trovare la via pre ritornare a casa. Abby, un meticcio raccolto da un canile quando era ancora cucciolo, si era persa il 13 dicembre scorso nella proprietà i famiglia, a Chena Hot Springs Road. Poche o nulle le speranze di ritrovarla, visto che la cagnetta era cieca dalla nascita. E invece, la sorpresa che ha laciato tutti senza parole: è riuscita ad arrivare a casa di un veterinario e allevatore di cani, Mark May, che poi, grazie all'aiuto della Rete, l'ha riconsegnata alla famiglia. "E' stato un miracolo, non ci sono altre parole", ha raccontato al quotidiano "The Fairbanks Daily News-Miner' la proprietaria, McKenzie Grapengeter, con la voce rotta dall'emozione. "Mai avremmo sperato che tornasse sana e salva".  Il 19 dicembre la coraggiosa cagnetta si e' imbattuta in una muta di cani da slitta. "Ha corso con noi per circa un chilometro mentre rientravamo ma poi è uscita fuori dal tracciato; e siccome avevo con me tanti cani non ho potuto raccoglierlo", ha raccontato May. "'Ragazzo, spero che tu trovi la casa di qualcuno', ho pensato". E invece il giorno dopo, la sorpresa: il veterinario ha ritrovato la cagnetta dinanzi casa. "Potevamo pensare a un gatto, e invece davanti alla porta c'era un cane e per giunta cieco. Era seduto lì, arrivato dopo chilometri nella neve, credo solo con l'aiuto del fiuto: gli ho aperto e l'ho fatto entrare". E, sorpresa nella sorpresa, il cane non aveva alcun segno di congelamento: era solo affamato e infreddolito. Abby aveva un microchip ma e' stato riportato ai proprietari, una famiglia con tre figli tutti con meno di 10 anni, grazie alla mobilitazione di amici e vicini su Facebook. 

 

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©