Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Distrutto con le ruspe il piccolo campo nomadi

Alemanno ai romeni dopo la morte della 18enne: "VIa di qua"


Alemanno ai romeni dopo la morte della 18enne: 'VIa di qua'
28/12/2009, 17:12

ROMA - Il SIndaco di Roma Gianni Alemanno è giunto oggi sul luogo doveieri notte sorgeva la piccola baraccopoli in cui nella notte è scoppiato l'incendio che è costata la vita alla giovane Adreina, di soli 18 anni. La sua prima decisione è stata di far sgomberare con le ruspe quel poco che era rimasto e di trasferire gli altri 12 rumeni che abitavano lì in un vicino centro di accoglienza. Inoltre, parlando con la stampa, ha detto che è sua intenzione chiedere al Ministro degli Interni Roberto Maroni di liberare il Centro di identificazione ed espulsione (Cie) di Ponte Galera, per farne un centro per l'identificazione dei nomadi, in assequio al "piano nomadi" organizzato dalla sua giunta. "Ho detto ai romeni che qui non possono più stare. È grave e paradossale che ci siano persone che preferiscono stare qui, in queste condizioni, piuttosto che nel loro paese. Queste persone stanno qui per non pagare l'affitto e per mandare tutto quello che guadagnano in Romania", ha detto Alemanno

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©