Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Proseguono le indagini sulla scomparsa delle gemelle

Alessia e Livia: trovato il microchip del navigatore


Alessia e Livia: trovato il microchip del navigatore
05/03/2011, 15:03

Trovato il microchip del navigatore satellitare del padre di Alessia e Livia le bambine di sei anni rapite dal padre di cui si sono perse le tracce dal 31 gennaio scorso. Era nascosto sotto alcune pietre a quindici metri dal luogo dove Matthias Scepp si è lasciato travolgere da un treno in corsa alla stazione di Cerignola. In questi giorni i convogli di passaggio nella stazione di Cerignola 'Campagna' erano stati deviati o sospesi per alcune ore proprio per consentire le accurate ricerche lungo la massicciata.

Finora erano stati trovati solo la chiave spezzata dell'Audi dell'uomo abbandonata nei pressi della Stazione, una penna a biro della societa' di trasporti che effettua i collegamenti tra la Corsica a Marsiglia e frammenti di plastica del navigatore.

A trovare la scheda, parte in metallo e parte in plastica, è stato un volontario della Protezione Civile che lo ha subito consegnato alla polizia. Il microchip sarà ora inviato alla ditta americana che produce la marca di navigatori satellitari come quello utilizzato da Matthias Schepp. Verrà verificato prima di tutto se si tratti davvero del microchip contenente la memoria del gps. In seguito si cercherà di leggere la memoria ricostruendo cosi con esattezza il viaggio compiuto dall’uomo dalla Svizzera a Cerignola. Dettagli che potrebbero essere di utilità agli investigatori per capire che fine abbiano fatto Alessia e Livia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©