Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Berlusconi rinuncia alla puntata di stasera di Porta a Porta

Alfano non va al vertice di Monti: incontro annullato

"Mi pare di capire che si voglia parlare di Rai e giustizia"

Alfano non va al vertice di Monti: incontro annullato
07/03/2012, 16:03

Silvio Berlusconi vola a Mosca dall'amico Putin per congratularsi della recente vittoria elettorale, ma non passa prima per gli studi di 'Porta a Porta'. E' stata, infatti, annullata la puntata della trasmissione prevista oggi in prima serata. Bruno Vespa avrebbe dovuto intervistare nel salotto di Rai1 l'ex presidente del Consiglio. E' lo stesso conduttore di 'Porta a Porta' ad annunciare in una nota questo cambio di programma. "Silvio Berlusconi è rimasto vittima della par condicio" spiega Bruno Vespa. L'appuntamento per la registrazione della puntata era previsto stamattina alle ore 10.
Era tutto pronto, quando l'ex presidente del Consiglio ha declinato l'invito per non oscurare la figura del segretario del Pdl, Angelino Alfano. Queste le motivazioni che trapelano dal comunicato di Vespa: "Come è noto, la legge impone l'equilibrio delle presenze tra rappresentanti di forze politiche di peso equivalente. Avevamo perciò invitato per oggi Berlusconi e per il 21 marzo Pierluigi Bersani. Sappiamo bene che il segretario del Pdl è Angelino Alfano, che era stato nostro ospite di altre due prime serate insieme con politici di segno diverso. Ma Berlusconi non aveva mai parlato in televisione dopo le sue dimissioni da palazzo Chigi del 12 novembre e certamente le spiegazioni che solo lui potrebbe dare sarebbero state interessanti. L'ex presidente del Consiglio mi ha tuttavia spiegato che, dopo le polemiche dei giorni scorsi sul ruolo di Alfano, una sua presenza in parallelo con il segretario del Pd avrebbe creato sgradevoli equivoci sulla leadership operativa del Pdl che è di Alfano, al quale Berlusconi intendeva confermare ancora una volta tutta la sua fiducia. Ho obiettato che seguendo questo criterio Berlusconi non potrà più comparire in televisione e fatto fermamente presenti le difficoltà in cui ci metteva questa decisione dell'ultima ora, ma l'ex presidente del Consiglio, nello scusarsi per il disagio prodotto a Raiuno e agli ospiti che erano stati invitati, ha ribadito che da tutto il partito gli veniva rivolto l'invito a non alimentare polemiche". Bruno Vespa ha anche spiegato che la prima serata sarà sostituita con un programma già registrato in seconda serata, mentre è confermata la puntata del 21 marzo con intervista a Pierluigi Bersani.

AGGIORNAMENTO ORE 16:15
Mentre Berlusconi diserta 'Porta a porta', Angelino Alfano comunica alla stampa che non intende partecipare al vertice con Mario Monti e i leader di Pd e Udc Pierluigi Bersani e Pierferdinando Casini. Incontro annullato, dunque. Appresa la notizia dell'assenza di Angelino Alfano, il premier Mario Monti ha deciso di rinviare il vertice alla settimana prossima, così come ha riferito alla stampa dopo il colloquio con il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schauble. "Ecco perché non andrò al vertice stasera da Monti con Bersani e Casini: non vogliamo parlare di Rai e di giustizia" è la risposta secca del segretario del Pdl in un'intervista al Tg5 -. Mi pare di capire che si voglia parlare di Rai e giustizia. Ci eravamo sbagliati a credere che i problemi degli italiani riguardassero l'economia. Se lì mi devo incontrare per soddisfare la sete di poltrone Rai o per far restare unito Bersani e Vendola e Di Pietro parlando di giustizia, mi pare che sarebbe il teatro della politica. A questo mi sottraggo". Alfano sottolinea che non cambia la linea del Pdl nei confronti dell'attuale governo: "Il pasticcio di oggi non è responsabilità di Monti, che domani avrà la nostra fiducia alla Camera, dove ci sarà una votazione. Da questo punto di vista, non verrà meno la fiducia al governo". A ribadire con toni, però, più aspri il concetto del segretario del Pdl, ci pensa il capogruppo alla Camera Fabrizio Cicchitto al termine del vertice di partito: "Abbiamo dato la fiducia a Monti affinché intervenga su questioni economiche e non su Rai e giustizia. E la fiducia continuerà ad averla se si occuperà di questo".
Al 'pasticcio' sopravvenuto, all'improvviso scioglimento del vertice a tre punte con Mario Monti, il segretario del Pd Bersani ha commentato: "E' un atteggiamento incredibile. All'ordine del giorno dell'incontro, come potrebbe confermare anche lo stesso Monti, non c'erano solo Rai e giustizia". Già stamattina Alfano e Bersani si erano rimbeccati a vicenda sulla piazza virtuale di Twitter. Dopo aver appreso dell'annullamento dell'intervista a Silvio Berlusconi a 'Porta a Porta', il segretario del Pd aveva scritto sul suo profilo di essere disposto a rinunciare al salotto televisivo il 21 marzo, cedendo il posto ad Angelino Alfano. La risposta del segretario del Pdl aveva mantenuto lo stesso livello di ironia: "Simpatico Pier Luigi Bersani. Tanto simpatico che piuttosto che andare a Porta a Porta, dovresti andare a Ballarò, al posto di Crozza".

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©