Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Alfano su Giustizia:"I giudici siano equi ed imparziali"


Alfano su Giustizia:'I giudici siano equi ed imparziali'
26/08/2010, 15:08

RIMINI - "Non mi risulta che in Israele ci siano giudici politicizzati, che indagano sempre sullo stesso soggetto; che firmano appelli contro le leggi approvate dal Parlamento; che scrivono libri su progetti di legge pendenti in Parlamento; che si candidano contro la parte politica che fino a ieri avevano indagato". Così un generosamente applaudito Angelino Alfano durante l'incipit di discorso tenuto al meeting di Cl che si sta svolgendo a Rimini. Alfano, nella circostanza, ha voluto riprendere il discorso fatto in precedenza da Luciano Violante, il quale, a sua volta, aveva citato all'emblematico caso di Ehud Olmert. Olmert, infatti, finito sotto inchiesta, aveva elogiato in più occasioni il sistema democratico israeliano. Per il ministro della Giustizia, dunque, così come per Paolo Borsellino il politico deve non solo essere onesto ma anche apparirlo, anche un magistrato non deve semplicemente limitarsi a comportarsi in maniera equa ed imparziale durante i processi ma anche presentarsi come tale in ogni altra sede istituzionale ed extraistituzionale; al fine di conservare una preziosa sobrietà capace di conferirgli maggiore rispetto, autorità e credibilità.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©