Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A Poggioreale per accertarsi delle condizioni dei detenuti

Alfonso Papa, riceve in carcere la visita di una delegazione del Pdl

“Vive in condizioni civili con gli altri detenuti in cella"

.

Alfonso Papa, riceve in carcere la visita di una delegazione del Pdl
17/10/2011, 15:10

NAPOLI – sono passati circa 2 mesi da quando dal Parlamento è giunta l’ autorizzazione a procedere nei confronti del Deputato del Pdl Alfonso Papa, che vedeva operativa la richiesta, a suo carico, di custodia cautelare da parte della Procura di Napoli, e successivamente il trasferimento nel carcere di Poggioreale dove stamane ha ricevuto la visita del suo capogruppo Fabrizio Cicchitto e dei parlamentari del suo schieramento, Gaetano Quagliarello e Amedeo Laboccetta. “ Vive in condizioni civili con gli altri detenuti con cui divide la cella” Queste le prime parole pronunciate dall’ On Cicchitto all’ uscita del carcere di Poggioreale, aggiungendo che ha trovato Papa visibilmente provato e dimagrito. Nella conferena che ne è poi seguita è stato reso noto che il deputato recluso è sottoposto anche ad una terapia di psicofarmaci dato il suo forte stato depressivo. Inoltre hanno dichiarato i deputati del Pdl cle la loro visita nel carcere Napoletano è stato principalmente per accertarsi delle condizioni generali dei detenuti, circa 2600 contro i 1400 che dovrebbe contenere la casa circondariale e che comunque vivono in condizioni civili e dignitose nonostante le difficoltà. Poi relativamente alla visita a Papa Cicchitto ha dichiarato: ”In qualità di suo Capogruppo non ho potuto esimermi dal recagli visita, in quanto è ancora un deputato in carica, nonostante non gli venga fatto esercitare, almeno in parte, questo suo diritto” Visita, precisa il Capogruppo Pdl avventa alla presenza del Direttore e Vice Direttore del carcere e del comandante delle guardie carcerarie, nel nome della trasparenza e della correttezza. A rincarare la dose sulla carica di Papa è l’ On. Gaetano Quagliariello Che Dice: ” Papa fa parte ancora del plenum, gli si dovrebbe consentire di espletare la sua funzione nella maggioranza, inoltre il processo è alle porte non vedo il motivo per cui debba stare ancora in regime di carcere preventivo”. Laboccetta unico ad essersi già recato in visita a Papa ha detto di averlo visto leggermente meglio ma continua ad esprimersi con difficoltà. Presente alla conferenza in maniera quasi anonima Tiziana Rodà moglie di Papa che non ha rilasciato dichiarazioni sottraendosi anche velocemente alle telecamere. Non resta che attendere il 26 di ottobre, data in cui sarà celebrato il processo a carico di Alfonso Papa, per assistere ai risvolti che già si preannunciano interessanti.

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©