Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

ALITALIA: ATTACCO AI SINDACATI AUTONOMI, CHE RISPONDONO CON 15 GIORNI DI SCIOPERO


ALITALIA: ATTACCO AI SINDACATI AUTONOMI, CHE RISPONDONO CON 15 GIORNI DI SCIOPERO
10/11/2008, 08:11

Ormai è conflitto aperto - sia pure in termini mediatici e sindacali - tra i cinque sindacati autonomi (ANPAC, SDL, AVIA, UP e ANPAV) del settore aereo da una parte e CAI, Alitalia e Governo dall'altra. Alla richiesta, inviata venerdì dai sindacati, di un incontro urgentissimo per appianare le divergenze, hanno risposto Augusto Fantozzi, Commissario Straordinario di Alitalia, con un secco rifiuto; mentre l'Amministratore delegato della CAI, Rocco Sabelli, ha precisato che le trattative si sono chiuse il 30 ottobre e che per loro non c'è altro da discutere. A questo i sindacati autonomi hanno risposto con la proclamazione di 15 giorni di sciopero, a partire dal 25 novembre e fino a maggio 2009. Sconcertante la risposta del Ministro dei Trasporti, Maurizio Saccone, che ha definito la scelta sindacale una dichiarazione di guerra (e da quando l'esercizio di un diritto costituzionale, fatto secondo le leggi, è una dichiarazione di guerra? ndr) e che il governo non si lascerà intimidire e che prenerà tutti i provvedimenti necessari per non danneggiare i passeggeri.

Al centro del dibattito restano i contratti e le modalità con cui verranno scelti i lavoratori di Alitalia ed AirOne destinati a confluire nella nuova CAI. I sindacati denunciano che vengono violati gli accordi sottoscritti dalle parti ad ottobre a Palazzo Chigi e puntano il dito anche contro i sindacati confederali (CGIL, CISL, UIL, UGL) che si stanno dimostrando complici degli attacchi sferrati contro la categoria e che, sottoscrivendo il cosiddetto "lodo Letta" (cioè l'accordo a fine ottobre, che stabiliva che in caso di interpretazioni differenti tra CAI e sindacati, sarebbe stato il Sottosegretario alla Presidenza Gianni Letta a decidere, a suo insindacabile giudizio), hanno abdicato al loro dovere di difendere i lavoratori.

Questa mattina, alle 9 a Fiumicino ci sarà l'assemblea dei lavoratori delle sigle sindacali autonome; mentre alle 11 è previsto l'incontro di tutte le sigle sindacali con Fantozzi per discutere del piano di mobilità del personale. In settimana ci saranno probabilmente anche la comunicazione della decisione UE sulla procedura di infrazione avviata contro Alitalia e contro il governo italiano per il prestito ponte, poi trasformato in aiuto di Stato; inoltre verranno comunicati i pareri degli advisor sugli assets Alitalia e ilparere di Fantozzi sull'offerta CAI.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©