Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Alitalia: i dipendenti in cassa integrazione non ricevolo gli stipendi da 3 mesi


Alitalia: i dipendenti in cassa integrazione non ricevolo gli stipendi da 3 mesi
12/02/2009, 11:02

Sono infuriati, i 200 ex dipendenti e precari Alitalia che questa mattina hanno invaso gli uffici amministrativi della compagnia di bandiera di Fiumicino. In ballo c'è il problema che i cassintegrati non ricevono soldi da tre mesi, cioè da quando sono stati posti in cassa integrazione. Infatti, la vecchia Alitalia, gestita dal Commissario Straordinario Augusto Fantozzi, non ha ancora fornito, secondo quanto dice l'INPS, l'elenco di coloro che dovranno ricevere l'assegno integrativo. Inoltre, non avendo più risorse, non ha mai pagato - nè è in grado di pagare, come prevede la legge, una quota di questo assegno; e se lo pagasse lo Stato in vece sua, ci troveremmo ad avere ulteriori sanzioni dall'Europa per aiuti di Stato - la quota dell'assegno di Cassa Integrazione che le spetta per legge. E questa situazione ha scatenato la rabbia dei cassintegrati, che si sentono presi in giro. "Non percepiamo un euro da 3 mesi - ha detto un cassintegrato - pretendiamo di avere i soldi sul nostro conto corrente, è un nostro diritto. Oltre ad essere stati licenziati, adesso non ci pagano neppure. Il balletto delle responsabilità fra la nuova Alitalia, commissario e Inps non ci interessa: è una questione burocratica, la risolvano. E non la rimandino di settimana in settimana. Vogliamo chiedere oggi ai quando prenderemo i soldi, altrimenti da qui non ce ne andiamo"

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©