Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nel referendum 1314 voti contrari, 77 a favore del dg

Alla Rai il 95% dei giornalisti sfiducia Masi


Alla Rai il 95% dei giornalisti sfiducia Masi
17/11/2010, 16:11

ROMA - Il risultato del referendum indetto dall'Usigrai contro il direttore generale della Rai Mauro Masi è stato un successo al di là di ogni previsione: su 1800 giornalisti che avevano diritto al voto, 1314 hanno votato contro Masi, 77 a favore, 29 schede bianche e 18 nulle. Quasi il 95% di chi ha votato si è espresso contro il dg, corrispondente a circa tre quarti degli aventi diritto.
Non si tratta di un referendum vincolante, tanto che Masi già da tempo aveva detto che non avrebbe seguito il risultato che ne sarebbe scaturito. E infatti oggi le prime dichiarazioni sono sulla stessa falsariga: "Obiettivo fallito sia che lo si consideri una manifestazione politica sia che sia stato approntato per mettermi in difficoltà. Nel primo caso perché non c'era certo bisogno di questo costoso evento per sapere come è schierata politicamente Usigrai e soprattutto nel secondo caso perché ci vuole ben altro e ben altri personaggi per provare solo ad intimorirmi. Anzitutto ciò non può che far rafforzare il mio impegno per una Rai autenticamente pluralista e con i conti in ordine e ciò anche per tutelare il lavoro e i posti di lavoro dei giornalisti dell'azienda".
Masi ha ricevuto parole di sostegno anche dal portavoce del Pdl, Daniele Capezzone: "Dall'Usigrai sono venuti i 'due minuti di odio' di orwelliana memoria. Ma stavolta è un rito stanco, una caricatura, una ripetizione fiacca che non spaventa nessuno. Sono certo che la dirigenza Rai non si farà intimidire".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©