Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

ALLARME MALTEMPO: MARI IN TEMPESTA, NEVICATE, INCIDENTI E DISAGI IN TUTTA LA PENISOLA


ALLARME MALTEMPO: MARI IN TEMPESTA, NEVICATE, INCIDENTI E DISAGI IN TUTTA LA PENISOLA
23/11/2008, 10:11

E' un anticipo d'inverno quello che ha colpito oggi l'Italia con temperature in picchiata, prime nevi e mari in tempesta, causando disagi nei trasporti e anche due vittime: una ragazza caduta dal motorino a Cagliari a causa, sembra, proprio delle forti raffiche e un uomo finito con l'auto in un dirupo dopo aver slittato sulla neve, a Valdaora (Bz). Nessun ferito, invece, per un pioppo si 15 metri caduto su due camper parcheggiati vicino una pista di motocross, a Tebano di Faenza (Ravenna) L'ondata di maltempo - come indicato dall'avviso emesso ieri dalla Protezione civile - è dovuto ad una perturbazione di origine polare. Il mare mosso ha causato diverse interruzioni dei collegamenti con le isole. Un traghetto in servizio sulla rotta Palermo-Genova, è stato costretto a rientrare a causa delle condizioni del mare che nel basso Tirreno ha raggiunto forza 9-10. Ma il traghetto, insieme ad altre tre navi, è rimasto per diverse ore ancorato al largo di Palermo per l'impossibilità di attraccare nel porto. Danneggiate alcune navi ormeggiate. Sempre in Sicilia, isolate le Eolie a causa della violenta tempesta che si è abbattuta sull'arcipelago. Ingenti i danni causati dalle onde che hanno eroso parte delle coste mettendo in pericolo strade ed abitazioni. Mare in tempesta nella notte anche nel golfo di Napoli. Forti ritardi nei collegamenti marittimi; solo i traghetti hanno avuto il via libera. Capri è rimasta isolata. Situazione analoga sull'Adriatico: sospesi i collegamenti tra il porto di Termoli e le isole Tremiti (Foggia). Forti mareggiate si sono abbattute in Calabria sul litorale lametino e sulla zona di Pizzo (Vibo Valentia), sulla costa tirrenica. Chiuso i porto di Gioia Tauro. In Sardegna stop navi nel porto di Golfo Aranci. All'alba - forse per il vento che in Sardegna ha soffiato fino a 100 km all'ora - il conducente di un motorino a Cagliari ha perso il controllo del mezzo. A terra è finita una giovane che viaggiava con lui e che è morta a causa delle gravi ferite riportate. La strada di montagna innevata è stata, invece, la probabile causa di un incidente che stamani è costato la vita, in Alto Adige, a un uomo di 64 anni. Ad Argusto (Catanzaro) una donna è rimasta lievemente ferita agli occhi a causa della caduta di un palo della luce - per il forte vento - che ha infranto il vetro dell'auto sulla quale si trovava. Altro incidente a causa del vento a Palermo: un pensionato di 63 anni é caduto dal tetto della casa, su cui era salito per sistemare l'antenna della tv; ha riportato fratture multiple. Anche a Messina un uomo è caduto dal tetto di casa (stava riparando le tegole): è in prognosi riservata. La perturbazione ha portato le prime consistenti nevicate della stagione. In Valle d'Aosta aperti in anticipo gli impianti sciistici di Breuil Cervinia e Ressoney-Alagna. Fiocchi bianchi, fino al fondovalle, in Valtellina e Valchiavenna, in Lombardia. Le maggiori precipitazioni nevose a Livigno (Sondrio), dove è caduto mezzo metro di neve fresca e dove nell'intero weekend si potrà sciare gratuitamente nella sky-area del Carosello 3000. Nel paese il termometro è sceso a 12 gradi sotto lo zero. La Coldiretti accoglie favorevolmente la neve perché consente di ripristinare le riserve idriche. Non confortano le stime dei meteorologi per i prossimi giorni: le temperature, infatti, continueranno a calare decisamente anche domani e dopodomani.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©