Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Allarme pesto al botulino, coppia coniugi ricoverata


Allarme pesto al botulino, coppia coniugi ricoverata
21/07/2013, 19:16

La Spezia - Una coppia di coniugi sarzanesi sulla cinquantina è ricoverata in ospedale per sospetto avvelenamento da botulino. Sono stati proprio loro, dopo aver letto l’articolo del Secolo XIX, sull’allarme botulino nel pesto, ad andare al Santa Caterina di Sarzana, portandosi dietro le confezioni “incriminate”.

La coppia, soprattutto l’uomo, presenta i sintomi di un leggero avvelenamento da botulino - diarrea e secchezza delle fauci - ma i medici hanno già escluso complicazioni più gravi, a livello neurologico.

E mentre è stato allertato l’istituto superiore di Sanità che dovrà analizzare i due vasetti di pesto, i coniugi sono stati trattenuti in osservazione del reparto di Medicina dell’ospedale sarzanese.

Intanto l’allarme è scattato non solo in Liguria, ma in tutta Italia. Il ministero della Salute ha fatto sapere che «sono in corso gli accertamenti delle Asl». La nota ministeriale conclude ricordando che la tossina prodotta dal “clostridium botulinum” «è un veleno molto potente che può anche causare la morte di chi lo ingerisce ed è opportuno che i consumatori che hanno acquistato il pesto della ditta Bruzzone e Ferrari non consumino il prodotto e lo restituiscano al punto di acquisto»

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©