Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Denunciati quattro responsabili della struttura non a norma

Amalfi, sequestrata una struttura turistica


Amalfi, sequestrata una struttura turistica
25/10/2010, 15:10

I militari della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Salerno, nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di economico-finanziaria e ambientale del territorio predisposti dal Reparto Operativo Aeronavale di Napoli d’intesa con il Comando Provinciale di Salerno, hanno sottoposto a sequestro in località Vettica del Comune di Amalfi una costruenda struttura turistico ricettiva. Il cantiere è stato individuato in seguito ad una ricognizione aerea della Costiera Amalfitana per la prevenzione e repressione degli illeciti di natura economico – finanziaria, effettuata da un elicottero della Sezione Aerea di Napoli. I militari hanno sequestrato il cantiere, nel quale hanno anche sorpreso due operai in nero, perché i lavori risultavano sprovvisti dei necessari titoli autorizzativi. Le misure cautelari reali hanno riguardato tre manufatti per complessivi mq. 130 circa, muri di contenimento per circa mt. 50 lineari ed un’area 309 mq. in parte comunale. Sui muri di contenimento erano visibili predisposizioni di aperture tompagnate a dimostrazione del fatto che si volevano realizzare ulteriori vani attraverso lo sbancamento di roccia e terreno vegetale. Uno dei tre manufatti sequestrati era abilmente occultato con rami secchi e terreno allo scopo di sottrarlo a controlli poco approfonditi. I finanzieri hanno deferito alla competente autorità la proprietaria del cantiere, il direttore dei lavori e i legali rappresentanti delle due ditte esecutrici per i reati di danneggiamento, deturpamento ambientale e invasione di terreno comunale, oltre alle connesse violazioni in materia urbanistica e paesaggistica, atteso che gli abusi sono stati perpetrati all’interno del perimetro del “Parco Regionale dei Monti Lattari” che rientra in zona riconosciuta dall’UNESCO patrimonio dell’umanità.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©