Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dal tavolo a Caserta

Amato: completare l'iter per affidamento terreni Zaza


Amato: completare l'iter per affidamento terreni Zaza
10/09/2010, 14:09

Antonio Amato (Presidente commissione regionale sui Beni Confiscati): positivo il tavolo operativo alla Prefettura di Caserta per l’affidamento dei terreni tenuta “ex Zaza”

«Ora si proceda speditamente per completare l’iter tecnico e burocratico per l’affidamento definitivo dei terreni dell’ex tenuta Zaza a Castel Volturno, e dei terreni confiscati in altre località, alla nascente cooperativa “Le terre di Don Peppe Diana – Libera Terra” lo afferma il Presidente della Commissione Regionale sui Beni Confiscati Antonio Amato a conclusione del tavolo operativo tenutosi questa mattina alla Prefettura di Caserta alla presenza del Prefetto Ezio Monaco, cui, oltre i componenti della commissione regionale e i rappresentanti della giunta regionale e della Provincia di Caserta, hanno partecipato l’ARPAC, Libera Caserta, il Comitato Don Peppe Diana, il Comune di Castel Volturno e l’Asl di Caserta «Ringrazio innanzitutto il Prefetto Monaco ed i suoi uffici per la disponibilità e l’input decisivo che stanno dando alla realizzazione del progetto di riutilizzo di quei beni per la produzione della mozzarella della legalità. Si erano verificate delle difficoltà di natura tecnica per l’analisi dei terreni in questione, ma grazie al tavolo che si è tenuto questa mattina, ed alla disponibilità manifestata anche dall’assessorato all’Ambiente della Regione, si è giunti ad una possibile e fattiva risoluzione che impegnerà nel prossimo mese l’ARPAC per l’espletamento delle analisi necessarie. Il Prefetto» continua Amato «ha aggiornato il tavolo a trenta giorni, ed in questo periodo chiederemo agli uffici dell’ARPAC di informare, con un preciso crono programma, la Commissione. Continueremo a seguire con grande attenzione questa vicenda legata ad uno dei maggiori investimenti politici che la nostra regione ha fatto nella lotta alla criminalità organizzata e per la legalità. Non permetteremo» afferma ancora Amato «che ostacoli di natura burocratica creino impedimenti tali da frenare un progetto di tale rilevanza. Grazie all’azione congiunta delle istituzioni interessate, Regione, provincia e comune di Castel Volturno, e al supporto dimostrato dalla Prefettura, sono certo che riusciremo a portare a termine tutti gli adempimenti previsti» Il tavolo si è aperto con la commemorazione del sindaco Vassallo, che il Presidente Amato ed il Prefetto Monaco hanno ricordato per la sua strenua lotta per la legalità «Pure in una giornata così particolare come quella dei funerali del sindaco di Pollica cui tutti i presenti avrebbero fortemente voluto partecipare» ha detto Amato «abbiamo deciso di tenere comunque questo tavolo tecnico proprio perché ci è sembrato il modo più forte per continuare a dare un senso alle sue battaglie di contrasto alla criminalità organizzata e per il territorio. Quella contro la camorra e le mafie e per la legalità è la battaglia prioritaria di questa regione e, nonostante la brutale violenza della criminalità organizzata, ed anzi innanzitutto per questo, dobbiamo portare avanti, senza sosta, il nostro impegno»

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©

Correlati