Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Amato: "Sgombero immigrati Eboli ricorda pratiche naziste"


Amato: 'Sgombero immigrati Eboli ricorda pratiche naziste'
11/11/2009, 14:11


EBOLI - "Vorrei si trattasse di un incubo, ma l’impressione è che i nazisti siano tornati e imperversano nella Piana del Sele" -  afferma in una nota il Consigliere Antonio Amato commentando lo sgombero di questa mattina a San Nicola Varco. "A memoria solo nei ghetti governati dalle SS si agiva con modalità del genere. Oltre 700 persone sono diventate fantasmi, disperse in campagne nelle quali sono schiavizzate. Sì, perché nel 2009, in quei territori come in tante altre zone agricole del sud, si assiste ancora a forme di vera e propria schiavitù. Ed invece di colpire gli schiavisti, i caporali, cosa facciamo? Agiamo contro i più deboli. E’ il vergognoso epigono di un clima culturale che trova espressione nel Decreto Sicurezza. Ma è assurdo che qui in Campania, con un’amministrazione regionale che per matrice culturale dovrebbe contrastare le derive razziste oggi in voga, si assista ad azioni del genere. Come già proposto da altri colleghi, sollecito anch’io, immediatamente, l’assessore De Felice perché venga a riferire in consiglio. Poi si trarranno le dovute conseguenze. Ora però, credo la prima preoccupazione sia per i migranti che ora sono dispersi nelle campagne. E questa è una vera e propria tragedia umana".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©