Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Carreggiata ristretta per lavori verso l'albergo Mezzatorre

Ambulanza bloccata a Zaro: paura per la moglie di Ken Adam

Si è dovuto attendere un'ambulanza da Serrara Fontana

.

Ambulanza bloccata a Zaro: paura per la moglie di Ken Adam
06/07/2011, 09:07

Nelle settimane scorse con un lungo e dettagliato servizio giornalistico denominato i “misteri del Bosco di Zaro”, denunciammo fatti e circostanze verificatesi all’interno della straordinaria collina di macchia mediterranea che a Forio sovrasta l’impareggiabile Baia di San Francesco e dove il regista Luchino Visconti aveva trovato l’ambiente ideale per rilassarsi e meditare all’interno della Villa “La Colombaia” nella cui vasta pineta sono conservate le sue ceneri. A parte l’incognita della strada pubblica Francesco Calise la cui uscita sulla Baia di San Montano sembra essere scomparsa nel nulla e per la quale abbiamo già pubblicamente chiesto lumi all’Amministrazione guidata dal Sindaco Franco Regine, accompagnati dal giornalista Peppe D’Ambra vi mostrammo le immagini dei muretti ex novo realizzati sull’unica strada carrabile che porta alla Villa La Colombia e all’Hotel Mezzatorre. Oltre a sottolineare la stranezza dell’intervento edilizio consumatosi all’interno di un polmone di verde di inestimabile valore ambientale su un Isola dove da decenni i comuni mortali nella legalità non hanno potuto aprirsi neppure una finestra in un vecchio appartamento e dove si stanno abbattendo le case dei poveri cristi, chiedemmo l’immediato ripristino dello stato dei luoghi. Da allora, nonostante la sospensione dei lavori intimata dal Comune con l’ordinanza n. 145 del 25/05/2011, non solo non sono stati rimossi i nuovi muretti, ma è stato piazzato anche un nuovo paletto che ha ulteriormente ristretto la carreggiata. La posa del nuovo paletto forse sarebbe passata quasi e incredibilmente inosservata se non si fosse verificato un fattaccio a dir poco rincrescioso. Così come è stato riportato dal Quotidiano “Il Golfo”, nei giorni scorsi, e precisamente martedì 28 giugno 2011, Lady Maria Letizia moglie del regista Sir Ken Adam, scenografo inglese due volte Premio Oscar che si trova sull’isola Verde per presiedere alla quindicesima edizione dell'Ischia Film Festival, mentre era intenta a passeggiare per gli splendidi giardini dell’albergo Mezzatorre, cadeva sbattendo violentemente la testa per terra. Immediatamente veniva allertato il 118 ma l’ambulanza giunta nella strettoia creata nelle settimane scorse non potendo passare ha dovuto fare marcia indietro portandosi fuori dall’ingresso della strada che porta all’albergo. Si è dovuto attendere così l’arrivo della piccola autoambulanza che doveva sopraggiungere dal Comune montano di Serrara Fontana. Una storiaccia fortunatamente conclusasi con un lieto fine ma che, altrimenti avrebbe fatto gridare allo scandalo i mass-media di tutto il mondo. Intanto nei giorni scorsi sul Quotidiano “Il Golfo” sono state pubblicate le dichiarazioni del Sindaco di Forio secondo il quale ci si sarebbe adoperati per far ripristinare lo stato dei luoghi cosa che sino a questo momento, però, non è ancora avvenuta. Sembra che il mancato ripristino dello stato dei luoghi sia dovuto al fatto che il Comune stia cercando di capire bene come intervenire. Intanto, però, come ci insegna un vecchio detto, è proprio il caso di dire che “Mentre il medico studia, il malato muore”. Quanto accaduto a Forio sulla strada carrabile che conduce presso la Villa “La Colombaia”, ci ha riportato alla mente una situazione analoga venutasi a creare nella ormai lontana estate del 2008 quando con una decisione assurda il Sindaco di Ischia Giuseppe Ferrandino chiuse via Iasolino con tanto di fioriere e lucchetti. Non bastarono le nostre denunce giornalistiche con le quali mostrammo le autoambulanze bloccate dall’intollerabile disposizione amministrativa. Per rimuovere quel blocco dovette scapparci il morto e la notizia finì su tutte le televisioni nazionali. Speriamo che per sbloccare la situazione creatasi a Zaro, la stessa cosa non debba accadere anche a Forio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©