Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Hubelr si dimette e de Magistris ripensa la gabbia ztl

America’s cup e Ztl: ancora una vittoria della Julie


.

America’s cup e Ztl: ancora una vittoria della Julie
23/04/2013, 13:29

NAPOLI – Che dire?: missione compiuta!! La Julie continua a rappresentare un punto di riferimento dell’informazione, quella libera dalle catene, ovviamente, oltre ad un baluardo di legalità e giustizia in una città dove, da qualche tempo, il ridicolo e l’iniquità sono i parametri nei quali si muove l’azione politica e istituzionale. Su America’s Cup e Ztl le battaglie d’informazione sono state dure, ma alla fine si è giunti alla chiarezza, alla luce della verità su fatti che nulla centrano con lo sviluppo ed il benessere di Napoli e dei Napoletani. E nonostante le tante troppe intimidazioni di criminalità e istituzioni deviate, di burattini e burattinai, le nostre denunce, ampiamente documentate, senza filtri o censure ammazza verità, hanno svolto la funzione sociale affidata loro. Il primo cittadino de Magistris ripensa la gabbia ztl facendo riaffluire ossigeno alla viabilità cittadina stretta nella morsa della pedonalizzazione a tutti i costi. Riapre il lungomare, riaprono Piazza Dante e Via Duomo, la città respira. Mario Hubler si è dimesso da timoniere di ACN, e se anche l’ex Direttore Generale di Bagnoli Futura spa, nei guai per le circostanze legate al disastro ambientale dell’ex Italsider, si sia dimesso solo dopo aver gestito l’evento, la nostra battaglia di chiarezza e onestà intellettuale può dirsi conclusa. Come può dirsi vinta la battaglia sulla Ztl targata Anna Donati, un dispositivo che ha distrutto in breve tempo il tessuto commerciale della nostra città. Le nostre denunce continuano a far riflettere i cittadini, continuano ad esortare gli organi preposti al controllo, continuano ad evidenziare che l’informazione è ben altro rispetto al giubilo mediatico costruito ad hoc intorno ad eventi catalizzatori d’immagine capaci di nascondere anche le voragini più vergognose. E se anche adesso una qualsiasi società di statistica pinko pallo,  più o meno quotata, più o meno attendibile, costruirà ad hoc un resoconto lusinghiero su movimenti e business fisico o da indotto su Amerca’s Cup 2013, noi della Julie andremo avanti portando i nostri dati e le nostre inchieste post evento all’attenzione dei magistrati contabili, come dell’Europa, il vero portafogli dei big events.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©