Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

“Non c’è equilibrio nel rappresentare le parti politiche”

Amministrative: multati anche il Tg4 e Sky

La sanzione equivale a 100 mila euro. Come quella per il Tg1

Amministrative: multati anche il Tg4 e Sky
13/05/2011, 16:05

ROMA – Dopo il caso del Tg1 di Augusto Minzolini anche il Tg4 e Sky incassano una multa di 100 mila euro per “inadeguata osservanza degli ordini impartiti”. La decisione è della Commissione servizi e prodotti dell’Agcom, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni: per l’Agcom tanto il Tg4 quanto Sky avrebbero mancato di equilibrio nella rappresentazione delle diverse parti politiche in vista delle amministrative di domenica e lunedì. Tale decisione segue un iter iniziato il 10 maggio.
L’Agcom aveva deciso venerdì di multare il telegiornale di Ra1, con una sanzione pari a 100 mila euro, a causa dell’eccessivo spazio e tempo dedicato al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, a discapito degli altri esponenti politici. A tale disposizione è seguito un un preciso ordine di immediato riequilibrio a tutti i tg e anche un monitoraggio generale di tutti i servizi e i prodotti offerti dalle trasmissioni per vedere quanto rispettassero la disposizione dell’Agcom stessa in relazione e in vista del voto sulle amministrative: proprio in relazione a tale monitoraggio è scattata la sanzione per queste altre due testate (Tg4 e Sky), sempre per inadeguata osservanza degli ordini.
L’Autorità - si legge in una nota - proseguirà a vigilare con particolare attenzione, in queste ultime giornate, sul rigoroso rispetto di tutte le disposizioni da osservare nel periodo elettorale e, in caso di violazione, adotterà le sanzioni previste dalla legge. In proposito l’Autorità ricorda anche che, in relazione alle elezioni provinciali e comunali previste per le giornate di domenica 15 e lunedì 16 maggio, l’inizio del periodo di silenzio elettorale è fissato a decorrere dalle ore 24 di oggi venerdì 13 maggio e si concluderà alle ore 15 del 16 maggio. Il divieto di propaganda diretta e indiretta riguarda anche le emittenti radiotelevisive e si estende alla riproposizione delle posizioni politiche espresse nei giorni precedenti il divieto.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©