Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Una conseguenza del processo contro Dell'Utri?

Ammorbidito il 41 bis per il boss Giuseppe Graviano


Ammorbidito il 41 bis per il boss Giuseppe Graviano
01/01/2010, 13:01

MILANO - Giuseppe Graviano d'ora in poi potrà godere dell'abolizione dell'isolamento diurno. Era una richiesta avanzata dal suo legale a settembre, ma è stata accolta dalla Corte di Assise d'Appello di Palermo solo in questi giorni. Questo significa che d'ora in poi Graviano potrà mangiare con gli altri detenuti, trascorrere con loro l'ora d'aria e socializzare con loro.
La notizia, di per sè, non indica nulla: la richiesta è legittima, in quanto il boss stragista era stato condannato a 3 anni di isolamento diurno e la Corte ha deciso che i tre anni sono passati. Ma è difficile non mettere in relazione questo episodio con quello accaduto l'11 dicembre scorso, quando è stato sentito durante il processo a carico di Marcello Dell'Utri. Giuseppe Graviano, condannato a due ergastoli per le stragi del 1992 e per il processo relativo all'operazione "Tempesta", chiamato a confermare i suoi rapporti con Marcello Dell'Utri e Silvio Berlusconi, si rifiutò di rispondere, con una lunga lettera in cui adduceva motivi di salute legati al fatto di stare al 41 bis e lamentandosi in particolare - guarda caso - proprio dell'isolamento diurno.
Poichè i commentatori più attenti avevano fatto notare che questo modo di fare, unito alle parole dette alla stampa dallo stesso senatore Dell'Utri erano sembrate una vera e propria trattativa in corso, in stile mafia,
è difficile non pensare che, se questa visione delle cose è veritiera, è stato fatto un altro passo avanti nella trattativa stessa.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©