Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Solo un panino e un succo di frutta a testa

Anche a Milano, genitori morosi, bimbi a scuola senza mensa


Anche a Milano, genitori morosi, bimbi a scuola senza mensa
19/09/2011, 11:09

CESATE (MILANO) - Si diffonde anche in provincia di Milano la pessima abitudine dei Comuni di scaricare sui bambini la morosità dei genitori. E' toccato ai bambini di una scuola elementare di Cesate: il Comune ha deciso che se i genitori non pagano la retta per la mensa, i bambini vengono tenuti a stecchetto: solo un panino e un succo di frutta a testa. Con l'ovvia protesta dei genitori e degli insegnanti, che spesso non sopportano questa situazione di evidente discriminazione tra i bambini.
C'è solo da sperare che anche qui, come nei casi precedenti, si trovi una soluzione. Quando venne fatto ad Adro, in provincia di Brescia, ci fu un imprenditore locale che si offrì di saldare i debiti pregressi. Quando venne fatto a Montecchio Maggiore, in provincia di Vicenza, ci furono gli insegnanti che cercavano di aiutarli rinunciando ai loro pasti alla mensa per darli ai bambini.
Ma a Milano non è una novità: il sindaco di Pessano fu uno dei primi ad inaugurare questa pessima abitudine, due anni fa; pochi mesi fa il sindaco di Concorezzo ha negato ai figli dei genitori morosi la possibilità di andare gratuitamente alla colonia estiva organizzata dal Comune. Insomma, resta il fatto che per i sindaci è più comodo e pratico colpire i bambini in maniera pubblica, metterli di fatto alla gogna perchè i loro genitori non possono pagare, anzichè verificare le situazioni di indigenza e spendere qualche centinaio di euro al mese per salvare le suddette situazioni.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©