Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Allerta meteo dalle 18 di oggi alle 17 di domani

Anche l’isola d’Elba affronta il maltempo: una vittima

Si tratta di una donna 81enne. Sono quattro i feriti

Anche l’isola d’Elba affronta il maltempo: una vittima
07/11/2011, 17:11

FIRENZE - Anche l’isola d’Elba fa i conti con l’emergenza maltempo. È di un morto e cinque feriti (di cui uno in condizioni molto gravi) il bilancio, purtroppo ancora provvisorio, del nubifragio che ha colpito in particolare Marina Campo. Lo scenario è sempre lo stesso, quello purtroppo divenuto a noi familiare negli ultimi giorni: intense precipitazioni hanno provocato l’esondazione di diversi canali e fossati, generando una vera e propria bomba d’acqua, che lungo il suo tragitto ha portato con sé qualsiasi cosa incontrasse. A peggiorare il tutto il vento di Scirocco, che ha impedito il deflusso dell’acqua. Subito a seguire, numerosi gli smottamenti, allagamenti e crolli. Ancora una volta le immagini ci hanno consegnato numerose persone, che per scampare alla furia delle acque sono saliti sui tetti delle case e sugli alberi, mentre diverse frazioni sono allo stato attuale completamente isolate. Secondo una prima stima, sarebbero circa 2000 le persone isolate.
La persona deceduta è una signora di 81 anni, con difficoltà di deambulazione, probabilmente caduta nella propria abitazione, al piano terra, invasa dall’acqua e affogata. Dei cinque feriti, tutti trasportati con l’elisoccorso “Pegaso” all’ospedale di Portoferraio, uno è particolarmente grave: anche in questo caso si tratta di una donna anziana, colpita da ictus. Gli altri quattro feriti hanno riportato contusioni varie in seguito a cadute e non sono particolarmente gravi. Intanto continua il duro lavoro delle squadre di soccorso, mentre la Protezione Civile ha deciso di emanare un avviso per allerta meteo moderato, con validità dalle 18 di stasera fino alle 17 di domani: l’allarme riguarda forti piogge, vento e mareggiate relativamente a tutta l’area sud della Toscana e le isole dell’Arcipelago.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©