Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Spira aria di tempesta sulle partecipate a Napoli

Anche Napoli Park nel mirino di Realfonzo


.

Anche Napoli Park nel mirino di Realfonzo
03/11/2011, 14:11

NAPOLI - Parola d'ordine "scassare la casta": questo in due parole l'effetto che l'uragano De Magistris sta avendo sulle Azienda partecipate del Comune. E se c'era qualcuno che all'inizio pensava che queste folate di vento siberiano sugli interessi di una casta da sempre privilegiata, fossero solo demagogia e propaganda, adesso è costretto a ricredersi. E dopo Napoli Servizi e Sirena-Città storica, anche Napoli Park finisce nel mirino di De Magistris. Il primo cittadino ed il suo braccio "armato" e assessore al bilancio Riccardo Realfonzo, stanno facendo piazza pulita di quelle aziende mangia soldi e "spugne assorbenti delle esigenze della politica", così come definite dallo stesso delegato al bilancio cittadino. A questo punto è diaspora dalle partecipate anche in considerazione del fatto che il numero uno di Palazzo San Giacomo ha intenzione di crare una sola società che inglobi tutte quelle che si occupano degli stessi settori in modo tale da ottimizzare costi e personale. In merito a Napoli Park sono già pronte le dimissioni di Francesco Saverio Lauro, e di tutto il cda. Si tratta di una vera e propria fuga di presidenti e consigli di amminitrazione che, alla luce dei grossi cambiamenti in atto nella macchina amministrativa locale, hanno capito che l'era degli affari è finita.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©