Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ancora paura in Emilia: 30 scosse e forti temporali

Fino a stasera vento e pioggia sulla regione

Ancora paura in Emilia: 30 scosse e forti temporali
04/06/2012, 12:06

Non smette di tremare la terra. Dalla mezzanotte di ieri sera, si continuano a registrare scosse di terremoto in Emilia. Trentacinque momenti di paura: la più forte dopo l’una, con una scossa di magnitudo 3.2, con epicentro nelle campagne tra Medolla, Mirandola e Cavezzo. Nella serata di ieri si è temuto il peggio. Una scossa di magnitudo 5.1 ha distrutto addirittura la torre di Novi di Modena e altri campanili già pericolanti. E come se non bastasse, si aggiunge il maltempo. Su tutta l’Emilia Romagna sono infatti previsti temporali e forti raffiche di vento. Il maltempo dovrebbe calmarsi in serata, provocando non pochi disagi per gli sfollati. Oggi è stata anche la giornata di addio a don Ivan Martini, il sacerdote di 65 anni, morto durante il crollo della chiesa di Rovereto, avvenuto il 29 maggio. Don Ivan è stato travolto dalle macerie mentre tentava di salvare la statua della Madonna. Un funerale commosso ed un lungo applauso per ricordare una delle tante vittime del terremoto che ha messo l’Emilia in ginocchio. Oggi è stato proclamato lutto nazionale, per ricordare le vittime delle scosse del 29 maggio: bandiere a mezz’asta in tutta Italia e diverse manifestazioni di solidarietà per ricordare le vittime. Segnali di certezza sulla ricostruzione del territorio arrivano dal capo della protezione civile, Franco Gabrieli, secondo il quale : “Nel biennio sono stati individuati 2,5 miliardi di euro”. Un aiuto anche da parte dell’Unione Europea, che ha promesso all’Emilia Romagna la somma di 200 milioni di euro, mentre il Vaticano ha stanziato 500 mila euro.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©