Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Protestava per dei forti rumori. Salvata dai carabinieri

Angri, 63enne cerca di darsi fuoco in Comune


Angri, 63enne cerca di darsi fuoco in Comune
29/05/2012, 20:05

ANGRI – E’ entrata nelle stanze del comune di Angri e ha cercato di darsi fuoco. Protagonista della vicenda una donna di 63 anni, fortunatamente ora le sue condizioni non destano preoccupazione grazie all’immediato intervento dei carabinieri e della polizia locale. Ora si trova all’ospedale di Nocera Inferiore con ustioni a braccia e gambe. Lievemente ustionati anche due carabinieri della locale stazione.
La donna si era recata negli uffici del comune per protestare contro i forti rumori provenienti da una azienda poco distante dalla propria abitazione, che le rendevano la vita impossibile. Una volta dentro la casa comunale di Angri, la donna si sarebbe prima cosparsa i vestiti di liquido infiammabile, contenuto in due bottiglie di plastica, e poi si è data fuoco. I dipendenti dell'ufficio comunale avevano provveduto ad avvertire la polizia municipale ed i carabinieri che quando hanno visto le fiamme sono intervenuti.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©