Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Angri, Pdl locale al fianco dei commercianti di via Amendola, via Incoronati e via di Mezzo


Angri, Pdl locale al fianco dei commercianti di via Amendola, via Incoronati e via di Mezzo
30/10/2010, 11:10


ANGRI (Sa) - Con una nota inviata al sindaco, al consiglio comunale ed ai presidenti di Ascom e Confesercenti, i commercianti di via Amendola, via Incoronati e via di Mezzo hanno sottolineato la forte penalizzazione creatasi con l’instaurazione della Zona a traffico limitato (Ztl), “che ha prodotto una situazione di degrado economico e sociale, riducendo una delle zone più floride commercialmente ad un ghetto dove prosperano padroni di cani al guinzaglio non infastiditi dalle auto e corse di biciclette di ragazzi che rendono ancora più pericolosa l’incolumità dei pochi passanti” (“ai quali –suggerisce il PdL- sarebbe invece opportuno dare una pista ciclabile”).

“I commercianti delle suddette strade –si legge nel documento- mancando dei guadagni che ha prodotto la Ztl, non intendono penalizzarsi ulteriormente, e non parteciperanno alle riunioni indette dall’Amministrazione comunale per le festività natalizie con Ascom e Confesercenti, se non verrà meno la Ztl fino alle 19, che è l’orario in cui inizia lo shopping natalizio”.

Nel documento si evidenzia che “la Ztl ha già prodotto la chiusura di due esercizi, e presto ne seguiranno altri, rendendo quella zona simile ad un ghetto malfamato e solitario”.

“Se è questo il valore dell’Amministrazione comunale –concludono i commercianti- noi sin d’ora entriamo in uno stato di agitazione e nelle festività natalizie non faremo brillare le luci in occasione di un Natale che si prospetta il peggiore per i commercianti dal dopoguerra ad oggi, manifestando con cortei nelle serate di maggiore festività, con volantini e striscioni”, e chiedono l’eliminazione del dispositivo comunale “nel giro di una settimana”.

“L’Amministrazione Mauri continua ad accumulare errori su errori –ammette Antonio Squillante, capogruppo del PdL in consiglio comunale- confermando la sua notoria incapacità di programmazione, ed inculcando il sospetto che anche il varo della Ztl possa essere stato un semplice capriccio propagandistico. Infatti, in un contesto organizzato, la realizzazione di una Ztl deve essere preceduta da una analisi di tipo urbanistico ed economico per valutare con la giusta attenzione l’impatto sul territorio di questo tipo di intervento.

Ciò è stato dimostrato concretamente dal fatto che l’Amministrazione comunale è stata già costretta parzialmente a fare marcia indietro”.

Pertanto, a nome del PdL Squillante chiede al sindaco Mauri ed all’Amministrazione comunale da lui retta “di cancellare immediatamente questa scellerata scelta, prima che diventi del tutto irreversibile il danno economico già lamentato dai commercianti”, auspicandone una discussione a tal proposito nella prossima seduta di consiglio comunale.

“Ecco un’altra proposta dell’opposizione nell’interesse della cittadinanza che sicuramente verrà bocciata da una maggioranza –conclude Squillante- sorda e cieca, e molto lontana dalle esigenze della cittadinanza”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©