Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

ANM: PALAMARA NUOVO PRESIDENTE, LUERTI CHIARISCE


ANM: PALAMARA NUOVO PRESIDENTE, LUERTI CHIARISCE
17/05/2008, 18:05


Il nuovo presidente dell’Anm è Luca Palamara. Eletto con 24 voti su 24 votanti, è stato il Pm di Roma nell’inchiesta su calciopoli. I rappresentanti del gruppo di Magistratura Indipendente non hanno partecipato alla votazione. Palamara prende il posto del dimissionario Simone Luerti come vertice dell’Associazione Nazionale Magistrati. Luerti aveva lasciato l’incarico dopo che alcuni incontri tra lui e l’imprenditore calabrese Antonio Saladino (coinvolto nell’inchiesta Why Not), erano venuti alla luce.

Mi dimetto senza aver fatto nulla di riprovevole in un Paese in cui non si dimette nessuno, nemmeno chi ha fatto qualcosa di negativo: voglio che il percorso dell’Anm prosegua libero da qualsiasi condizionamento”. Queste le parole di Luerti davanti alle toghe di Piazza Cavour: “Ho conosciuto Saladino in Calabria, quando facevo lì il magistrato dal 1993 al 1999 - ha chiarito sulla polemica -. Dal 2000 quando sono andato a Milano l’ho incontrato altre volte”.

Parla poi di un breve chiacchierata a Via Arenula con il Guardasigilli Clemente Mastella.  Incontro che verteva sulle proposte in tema delle separazione delle carriere dei giudici e l’organizzazione di un convegno. “Nell’agosto 2006 – parlando invece di Saladino - l’ho visto nuovamente al meeting di Comunione Liberazione a Rimini. – Qui Saladino voleva presentare Luerti a Mastella -. Ma nel 2006 lo scandalo o indagine why not – precisa - non era nemmeno all’orizzonte. Per questo non ho ritenuto necessario parlare dell’incontro al ministero con la giunta dell’Anm”

Dobbiamo essere parte attiva nel dialogo con il mondo della politica per tutto quanto riguarda le riforme che possono servire a migliorare il funzionamento del processo e della macchina della giustizia”. Questa, invece, una parte dell’intervento di Palamara.

 

 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©

Correlati