Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ci aspettiamo continuità del confronto e lotta agli sprechi

Anna Rea: bene l’incontro con Caldoro


Anna Rea: bene l’incontro con Caldoro
22/09/2010, 16:09

Bisogna azzerare una volta e per tutte gli sprechi e di finirla con le inefficienze che vanno solo a discapito dei cittadini, è quanto ha affermato Carlo Fiordaliso, segretario confederale della UIL Nazionale, stamattina nel corso dell’Attivo di tutte le categorie della UIL Campania sull’emergenza sanitaria. E’ necessario avere un piano ospedaliero condiviso coi Sindacati , sottolinea Fiordaliso, anzi forse dovremmo proporlo noi un piano ospedaliero dettagliato. E poi, non ci si preoccupi di questo o di quell’altro primario quando si chiudono presidi inefficienti o strutture fatiscenti, bisogna pensare per primo alla salute dei pazienti. Senza contare che le strutture che si decide di chiudere nel corso della riorganizzazione ospedaliera, continua Fiordaliso, quando è possibile, si possono riconvertire e riutilizzare per centri diagnostici, ambulatori e per le tanto necessarie RSA, residenze sanitarie d’assistenza per i pazienti non autosufficienti, che, tra l’altro, incrementerebbero posti di lavoro e servizi all’utenza più disagiata.
Anna Rea, segretario generale della UIL Campania, è sulla stessa linea d’onda ed afferma, apprezziamo la risposta del presidente Caldoro e la sua convocazione (riferendosi all’incontro di ieri sera) per recuperare il confronto su temi importanti della regione a partire proprio da quello sanitario. Mi auguro che questo confronto , continua il leader UIL, sarà costante e continuo nel tempo e che soprattutto si seguano le direttrici che vanno verso la stabilizzazione dei precari, come da noi sottolineato più volte, e si attui una vera riforma dei nodi strutturali della sanità regionale puntando verso la razionalizzazione delle risorse e la lotta contro gli sprechi, senza gravare ancora sui cittadini ed i lavoratori.
- GLI OBIETTIVI DA RAGGIUNGERE SECONDO LA UIL CAMPANIA SONO:
- RAFFORZARE LE POLITICHE SOCIO-SANITARIE
- ACCORCIARE LE LISTE D’ATTESA
- COMBATTERE L’EMIGRAZIONE SANITARIA
- ADEGUARE L’ORGANIZZAZZIONE OSPEDALIERA E DEI PRESIDI TERRITORIALI
- RAZIONALIZZARE LE ATTIVITA’ STABILITE NEI PROTOCOLLI CON LE UNIVERSITA’
- CONCLUDERE IL PERCORSO DI STABILIZZAZIONE DEI PRECARI
La UIL Campania, però, si dice ancora molto preoccupata per il rischio che si aumentino ulteriormente le addizionali irpef ed irap insieme ad i ticket sui farmaci e sul pronto soccorso . Il confronto sulla sanità, secondo la UIL Campania, va esteso anche col Governo nazionale perché in questa fase, molte delle problematiche superano i confini regionali, come le risorse che spettano alla regione, il cui mancato invio può mettere ancor di più in difficoltà la già critica liquidità del bilancio regionale.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©